Cerca

Quelli che su facebook

scrivono il romanzo infinito

Quelli che su facebook

«Questo è il gruppo di quelli che sognano di scrivere il romanzo più lungo della storia dell’umanità, il romanzo scritto da mille, diecimila, centomila mani, il romanzo che ha un inizio e nessuna fine…il romanzo infinito». Parte sul social network più famoso del mondo, un’azione letteraria senza precedenti storici. Il gruppo, nato due settimane fa, si chiama “Quelli del romanzo infinito” e progetta un’impresa davvero ardua: realizzare il più grande romanzo collettivo mai scritto. L'idea, nata dalla creatività degli alunni di due classi quarte del liceo scientifico Alfonso Gatto di Agropoli e del loro insegnante di Italiano, Nicola Rossi, prevede infatti la stesura di un romanzo al quale sono invitati a partecipare tutti gli iscritti al sito. Nonostante la storia non abbia ancora una trama precisa e dei personaggi predefiniti, da quando è cominciata l’opera il gruppo ha già registrato quasi novecento iscrizioni, con un centinaio di contributi scritti. Contestualmente al gruppo, gli alunni e il docente del liceo agropolese hanno anche realizzato un sito web sul quale è possibile leggere ciò che è stato scritto finora in una versione corretta da eventuali errori morfo-sintattici. «Il romanzo procede speditamente - ha spiegato Rossi - In due settimane abbiamo già registrato un gran numero di colpi di scena e presumo che le cose non cambieranno nelle prossime, comunque il progetto non nasconde alcuna velleità artistica. Chiamiamolo pure un esperimento. Fino ad ora, i romanzi avevano sempre avuto una fine: questo potrebbe anche non averne». «L'aspetto davvero affascinante di questo progetto è la partecipazione appassionata di tanti studenti alla scrittura del romanzo - secondo Rossi - Si dice che su Facebook i giovani trascorrano intere giornate. Bene, mai come in questo caso, l'entusiasmo e la partecipazione degli studenti è ben spesa». Far parte del progetto è veramente semplice, basta iscriversi al gruppo “Quelli del romanzo infinito”.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog