Cerca

In anteprima su Playboy

l'inedito di Nabokov

In anteprima su Playboy
Un'anteprima internazionale del romanzo postumo di Vladimir Nabokov “The Original of Laura”, comparirà domani, martedì 10 novembre, sull'edizione americana della rivista “Playboy”, che ha acquistato i diritti per stampare 5.000 parole estratte dalla trama. Tra i personaggi del manoscritto: una ninfetta maliziosa e conturbante, un maturo satiro, un pittore depresso, un romanziere nevrotico. Il romanzo, a cui Nabokov lavorò negli ultimi due anni di vita nella sua casa svizzera di Montreux, sarà pubblicato in prima mondiale martedì 17 novembre dall'editore Penguin in Gran Bretagna e dall'editore Knopf negli Stati Uniti. Nei giorni successivi usciranno le traduzioni dall'inglese, tra cui quella russa da Azbuka e quella italiana per Adelphi, curata da Anna Raffetto. L’autore avrebbe voluto bruciare ma che il figlio Dmitri, 75 anni, ha deciso invece di pubblicare.

“The Original of Laura” - Il libro (frammentario), curato da Dmitri Nabkov, è accompagnato dalla riproduzione degli appunti annotati su 138 schede di lavoro dallo scrittore russo In un primo momento, Nabokov aveva pensato di intitolarlo “Dying is Fun”. Protagonista del romanzo è un famoso neurologo, il corpulento Philip Wild, che veste in modo trasandato, sposato con una donna bellissima e più giovane, Flora, con una vita sentimentale complicata. Per il medico si tratta di una situazione insopportabile, che lo trascina in uno stato di prostrazione. Wild ha sposato Flora perchè assomiglia ad Aurora Lee, una ragazza di cui era innamorato da giovane. L'uomo è ossessionato dal pensiero della morte e decide di auto-cancellarsi, con la meditazione. Parallelamente alla storia principale scorrono le vicende di un pittore, che deve eseguire un ritratto, da cui deriva il titolo del libro, e quella di un romanziere che deve scrivere la storia di una giovane chiamata Laura.

“Bruciatelo” - Un Per trent'anni il figlio di Vladimir Nabokov e Vera Slonim si è interrogato sul manoscritto incompleto dell'ultimo romanzo del padre “The Original of Laura”, dilaniato dal dubbio se obbedire alle sue ultime volontà o tradirlo. Nel 1977, sul letto di morte, Nabokov aveva consegnato alla moglie la busta con il prezioso brogliaccio chiedendole di darlo alle fiamme. Vera non lo fece, come non l'aveva fatto negli anni Cinquanta quando il marito le aveva intimato di buttare la brutta copia completa di “Lolita” nell'inceneritore del giardino. Quando Vera morì nel 1991, “The Original of Laura” non era stato ancora bruciato ma era gelosamente custodito nella cassetta di sicurezza del caveau di una banca in Svizzera. Nell'aprile 2008 il figlio Dmitri Nabokov ha annunciato che il manoscritto sarebbe stato pubblicato. Da allora sono cominciate le trattative con numerosi editori. A convincere Dmitri sarebbe stata anche l'enorme cifra offerta per conto degli editori Penguin e Knopf dal celebre agente letterario statunitense Andrew Wylie. Un accordo che Wylie è riuscito a raggiungere nella scorsa primavera dopo tre giorni di colloqui con l'erede Nabokov nella sua casa di Montreaux, in Svizzera, la stessa dove abitarono i suoi genitori. L'accordo prevede l'uscita in lingua inglese della riedizione completa delle opere di Nabokov; inoltre nel novembre 2010 uscirà un volume di poesie inedite e nel novembre 2011 sarà pubblicato un carteggio dello scrittore con la moglie Vera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog