Cerca

Asta record per la scultura di Giacometti

Sborsati 74,4 milioni di euro: la cifra più alta pagata al mondo per un opera d'arte

Asta record per la scultura di Giacometti
Il mercato d’arte non conosce crisi. La riporva di questo fenomeno è giunta con la vendita all’asta de “L’uomo che cammina”, scultura dell’artista svizzero Alberto Giacometti. Per aggiudicarsela, ieri alla casa d’aste Sotheby’s, un ignoto acquirente ha sborsato 74,4 milioni di euro. È il prezzo più alto mai pagato al mondo per un’opera d’arte. A mettere in vendita la statua è stata la banca tedesca Commerzbank AG, che ne entrò in possesso quando acquisì Dresdner Bank nel 2009. Alla cifra record, ha spiegato la casa d’aste londinese, si è arrivati dopo otto minuti di frenetiche offerte da parte di dieci potenziali acquirenti. Sotheby’s non ha svelato l’identità del compratore della statua, che ha fatto la sua offerta per telefono. Il record precedente apparteneva a un dipinto di Pablo Picasso, “Il ragazzo con la pipa”, venduto nel 2004 a New York sempre da Sotheby’s per 58,5 milioni di sterline.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jerico

    04 Novembre 2010 - 09:09

    Spazzatura ! Oggi l'arte la fanno mercanti e galleristi, persone senza scrupoli , il cui unico scopo è guadagnare e speculare , turlupinando degli allocchi ricconi . In Calabria c'è un bravissimo artista che realizza delle vere e proprie opere d'arte in ferro battuto (straordinarie !) , che sembrano la materializzazione dei sogni e della pittura surrealista di Salvador Dalì , questi sì sono capolavori ! In un ipotetico confronto con Giacometti, quest'ultimo ne uscirebbe a mal partito .

    Report

    Rispondi

blog