Cerca

Il museo Mafia a Salemi

Saranno esposti anche due quadri del pentito Gaspare Mutolo

Il museo Mafia a Salemi
Il pentito mafioso Gaspare Mutolo si dà all'arte. Due suoi quadri saranno esposti al "Museo della mafia" di Salemi, la cui inaugurazione è programmata per il prossimo 11 maggio in occasione della visita del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nell'ambito delle iniziative per il 150esimo dell'Unità d'Italia.
Killer e trafficante di droga, Mutolo si è dichiarato pentito nel 1991 dopo l’incontro con il magistrato Giovanni Falcone. Oggi, avendo espiato la sua pena, vive da cittadino libero. Recentemente l'ex mafioso ha anche pubblicato un catalogo delle sue opere contenente dei testi, tra cui alcuni di Maria Falcone, sorella del magistrato Giovanni. Si trovano anche testi dei giornalisti Francesco La Licata, Marcel Padovani, Gabriele Romagnoli e dello scrittore Fulvio Abbate.
Vittorio Sgarbi, sindaco del comune siciliano, nella giornata di ieri a Roma ha visitato una galleria d'arte in Via Giulia in cui sono esposte le opere del pentito. «Quella di Mutolo -  spiega Sgarbi -  è una singolare forma di redenzione, ed ‚ questo il motivo per cui esporremo al Museo della Mafia di Salemi due dei quadri realizzati durante gli anni trascorsi in carcere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    12 Maggio 2010 - 19:07

    La Mafia altro non è che l'aspirazione degli esseri umani ad assumere potere nelle Istituzioni e nelle organizzazioni che svolgono opere dove ci sono denari che che si possono ottenere,non lavorando onestamente, ma in qualsiasi modo anche violando le leggi .La Mafia,alla sua base ha solo uno scopo,in qualsiasi tempo e in qualsiasi luogo,impossessarsi di tutti quei poteri economici che vedono il lavoro dell'uomo come oggetto da sfruttare. Mentre i Partiti politici possono anche fallire in quanto le idee politiche si modificano con l'evoluzione culturale,sociale ed economica delle popolazioni,la Mafia,non fallirà mai perchè è come un virus che infetta certe menti umane dedite solo al possesso dei beni altrui,costi quel che costi. Per battere la mafia ci sarebbe solo un antitodo, quello del controllo a tappeto,attraverso la Guardia mdi Finanza, di tutti i conti correnti e di tutti i beni mobili ed immobili di ogni cittadino,dimostrando con i fatti, che sono di provenienza legittima.

    Report

    Rispondi

blog