Cerca

Scoperto un nuovo Caravaggio

L'attribuzione non è ancora ufficiale, ma per i critici il Martirio di San Lorenzo potrebbe essere opera dell'artista

Scoperto un nuovo Caravaggio
Critici ed esperti d'arte si interrogano in queste ore a Roma sulla tela inedita raffigurante il Martirio di San Lorenzo, recuperata tra i beni della Compagnia di Gesù. Il quadro potrebbe essere attribuito a Caravaggio. Per alcuni non c'è dubbio. E l'Osservatore Romano pubblica oggi in prima pagina la notizia del ritrovamento, mettendo però in guardia dal rischio di "cadere nel facile tranello di un 'Caravaggio a tutti i costi". Saranno "ulteriori indagini diagnostiche e un circostanziato approfondimento documentario, stilistico e critico a fornire le risposte". Il giornale vaticano non si sbilancia ma ammette che si tratta almeno di "un caravaggesco della primissima ora".

Nella tela (in foto) "San Lorenzo è raffigurato sulla graticola con le braccia in avanti, quasi a cercare la salvezza e il suo volto giovane, sofferente e disperato mostra quell'umanità presente nel profondo significato teologico del martirio". Davanti al quadro si ha "la stessa sensazione che si percepisce osservando le opere di Caravaggio per la cappella Cerasi a Santa Maria del Popolo". L’Osservatore sottolinea anche che "il Martirio di San Lorenzo costituisce un chiaro riferimento ai dettami iconografici di evidente matrice gesuitica". Un'approfondita ricerca nelle committenze dei gesuiti potrebbe dunque sciogliere il dubbio sull'attribuzione del quadro al grande artista celebrato in questi giorni con la mostra alle Scuderie del Quirinale per il quarto centenario della morte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolo marzano

    24 Luglio 2010 - 11:11

    Il particolare, preso in considerazione nella foto, per pura coincidenza, è la dichiarazione di non appartenenza dell'opera, al Caravaggio. Ognuno studi e ricerchi per suo conto le opere da confrontare, ma è curioso che proprio l'attacco anatomico tra il muscolo chiamato trapezio, col deltoideo e il pettorale (cioè la parte superiore del braccio che si unisce al busto), siano stati, in effetti, "l'esercizio di stile" caravaggesco per antonomasia. La posizione è ripetuta decine di volte nelle opere del Caravaggio (Le sette opere di misericordia, Martirio di San Matteo, Bacco, San Gerolamo scrivente, Deposizione di Cristo, ecc ...) per cui il controllo dell'artista, per quanto riguarda quella particolarissima parte anatomica, nelle altre opere è totale quanto perfetta, ma non in quest'opera, dove l'errore e più che manifesto. Figura abborracciata, limpida chiara, un foglio bianco dove Michelangelo Merisi, proprio, non ha scritto nulla. Paolo Marzano critico d'arte e d'architettura

    Report

    Rispondi

  • marino.lombardi

    19 Luglio 2010 - 00:12

    Ma quale Caravaggio!.Allora la scuola non vi ha insegnato niente!Osservate l'incarnato come risulta freddo e per niente palpitante. Che dire dell'osmosi tra luce ed ombra.... è ridotta alla stregua di un collage di interventi Le pennellate sono brusche e talora non si integrano sia per forma,sia per direzione che per colore .E' un pittore minore,manca di mistero e quà e là risulta goffo e sproporzionato.Talora è lineare ove dovrebbe essere tonale. marino lombardi

    Report

    Rispondi

  • marino.lombardi

    19 Luglio 2010 - 00:12

    Ma quale Caravaggio!.Allora la scuola non vi ha insegnato niente!Osservate l'incarnato come risulta freddo e per niente palpitante. Che dire dell'osmosi tra luce ed ombra.... è ridotta alla stregua di un collage di interventi Le pennellate sono brusche e talora non si integrano sia per forma,sia per direzione che per colore .... Mostra tutto

    Report

    Rispondi

  • nontereggopiu

    18 Luglio 2010 - 13:01

    ma quale caravaggio! si vede lontano un miglio che è una crosta assurda! la figura è sgraziata, sproporzionata e fuori dai canoni e modelli del grande maestro. se questi sono i critici che circolano!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog