Cerca

Le romantiche lettere tra Liz Taylor e Richard Burton

Sono la coppia più chiacchierata del XX secolo. Un libro narrerà della loro storia d'amore

Le romantiche lettere tra Liz Taylor e Richard Burton
Loro sono stati la coppia più chiacchierata del XX secolo. Stiamo parlando di Elizabeth Taylor e Richard Burton. Così “Elle” rende omaggio a questi reali del jet set, prendendo spunto da un libro che narra per la prima volta la loro storia d'amore. Tutto ma proprio tutto, senza dimenticare i regali a 70 carati e le infuocate lettere d’amore. Anzi si parte proprio da una di queste. Forse la più struggente delle tante che i due si sono scambiati.

Era il 2 agosto 1984. Richard Burton nella sua casa di Cèligny, in Svizzera, pur essendo sposato da due anni con la giovane assistente di produzione Sally Hay, pensa ancora alla donna che le ha stregato l’anima così prende in mano carta e penna. Parole meravigliose per dichiarare il suo disperato bisogno di lei e la sua necessità di tornare a casa, Perché per lui “casa” è il luogo dove loro erano insieme. Ma Richard non saprà mai la risposta. Già perché lui è morto tre giorni dopo averla spedita.

Questo è sicuramente uno dei momenti più toccanti del libro "Furious Love" (Elizabeth Taylor, Richard Burton, and the Marriage of the Century) in cui Sam Kashner e Nancy Schoenberger ricostruiscono completamente questa storia romantica messa in scena sul palco di un mondo glamour e sexy dove non mancano alcolismo, epici litigi e disintossicazioni. Ma ci sono anche delle rivelazioni inedite destinate a commuovere le lettrici e che contribuiscono a darci l’idea di un amore incapace di spegnersi nonostante due matrimoni e due divorzi.

Ma se fosse stato per Liz non si sarebbero fermati qui: "Richard era magnifico in ogni senso, sul palco e a fare l’amore, perlomeno con me. Ho sempre pensato che ci saremmo sposati per la terza e ultima volta. Ci siamo sempre amati disperatamente" rivela l’attrice. Lui quando parlava di lei era anche più esplicito: sui bigliettini che le inviava c'erano frasi come: "Desidero il tuo profumo, il tuo delizioso ombelico, il tuo ventre rotondo, le tue labbra tumide (…)". Una conversazione che non si è mai interrotta nemmeno dopo la morte di Richard a cui Liz in un certo modo ha risposto nel suo testamento, chiarendo la sua volontà di riposare proprio là, accanto al "suo" Richard: il grande, vero amore della sua vita. Ancora una volta insieme, finalmente, per sempre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog