Cerca

Apre la mostra di Cattelan

E non si spengono le polemiche. Cambia la collocazione delle opere. L'artista non si presenta alla lezione di Brera

Apre la mostra di Cattelan
Apre tra polemiche e grande attesa la mostra del discusso artista padovano Maurizio Cattelan. Dopo l'insurrezione della comunità ebraica contro i manifesti che mostravano un Hitler genuflesso e le proteste di chi non avrebbe voluto il già famoso "dito medio" in piazza Affari, l'assenza di Cattelan alla lezione organizzata oggi a Brera per gli studenti dell'Accademia non è stata gradita affatto dai milanesi amanti dell'arte. Ufficialmente l'artista è stato trattenuto a Palazzo Reale per mettere a punto gli ultimi dettagli della mostra.

"E' da anni che non si parlava così tanto di una mostra a Milano, e non solo", ha commentato nei giorni scorsi l’assessore comunale alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory. "Dedichiamo questa mostra a coloro che studiano l’arte contemporanea e all’Accademia, luogo di formazione di un pensiero libero, indipendente e artisticamente consapevole", ha spiegato in questi giorni Finazzer Flory che dopo il fuoco delle polemiche ha chiuso la querelle con un lapidario "ora lasciamo che sia l’arte a parlare".

Nella Sala delle Cariatidi sarà esposta "La Nona Ora" raffigurante Papa Giovanni Paolo II colpito da un meteorite e il Tamburino, la scultura di un bambino che suona il tamburo, in virtù "di una perfetta convivenza - si legge nel documento adottato dalla Giunta - tra le due opere che rimandano a momenti di vita realmente vissuti. "Si verrebbe a comporre un nucleo familiare - si legge nella scheda che ha accompagnato la delibera - composto da una madre crocifissa, un padre rappresentato da Papa Giovanni Paolo II e inteso come uomo e rappresentante sulla terra del Padre Eterno, e un figlio rappresentato da un piccolo bambino che suona un tamburino con un timbro molto sommesso".

La mostra
,  promossa dall’Assessorato alla Cultura e curata da Francesco Bonami, approda per la prima volta in uno spazio pubblico milanese, a Palazzo Reale, una mostra di Maurizio Cattelan, l'artista contemporaneo italiano più conosciuto e discusso del panorama artistico internazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    27 Settembre 2010 - 19:07

    "ma mi faccia il piacere !" avrebbe esclamato l' insuperato principe. cattelan è uno scalzacani qualunque e le sue opere sono delle schifezze, la peggiore delle quali è senza dubbio quella coi bambini impiccati. Se lui pensa che la sua "arte" sia provocatoria ha in parte ragione in quanto mi provoca profondo disgusto. Se fosse per me lo condannerei a lavorare in fabbrica per almeno 20 anni, con un paga di 1000 euro al mese (e forse sono anche troppi).

    Report

    Rispondi

blog