Cerca

Unità d'Italia, l'inno secondo Giovanni Allevi

Una kermesse condotta da Laura Feddi per omaggiare la composizione di Goffredo Mameli

Unità d'Italia, l'inno secondo Giovanni Allevi
Un'omaggio molto particolare all'Inno di Mameli, firmato da Giovanni Allevi per i 150 anni dell'Unità d'Italia. Si è svolta ieri  al Teatro Gobetti di Torino l'omaggio che Rai Radiouno con 'Fratelli d’Italia' ha reso all’Inno nazionale. Momento clou della serata, condotta dal Laura Freddi poichè Milly Carlucci ha dovuto rinunciare per una improvvisa indisposizione, è stata proprio l’esecuzione del 'Canto degli italiani' da parte dell’Orchestra sinfonica nazionale della Rai diretta per l’occasione da Allevi.

REVIVAL RISORGIMENTALE
- Sul palcoscenico di via Rossini, Laura Freddi, voce narrante della kermesse, ha guidato il pubblico nei diversi momenti dello spettacolo. Con lei, oltre al pianista Allevi che nel corso della serata ha proposto brani vecchi e nuovi del proprio repertorio, il violinista Alessandro Quarta e l’attore Elio Pandolfi, accompagnato al piano da Marco Scolastra per un viaggio tra i suoni e le parole che hanno segnato il Risorgimento italiano. A 'Fratelli d’Italia', inoltre hanno preso vita alcuni personaggi che hanno indissolubilmente il proprio nome a quel momento storico, nell’interpretazione degli attori Giorgia Wurth e Sax Nicosia.

UN INNO DA RISCOPRIRE - Tra le altre presenze, Andrea Lucchetta campione  del mondo di pallavolo. Durante la serata, scritta da Casimiro Lieto, sono stati presentati anche contributi dalle redazioni del giornale radio e collegamenti con protagonisti del mondo della cultura e dello spettacolo, per raccontare il proprio legame con l’Inno nazionale. 'Fratelli d’Italia' sarà mandato in onda da Radiouno il 4 febbraio all’interno di 'Invito personale'. La registrazione dell’Inno eseguito ieri sera verrà inoltre utilizzato da Rai Radiouno in apertura e   chiusura delle proprie trasmissioni durante tutto il periodo dedicato alle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ferduccio

    02 Febbraio 2011 - 19:07

    è un vero schifo che si foraggi questo personaggio mediocre e patetico, che oltretutto incasserà i diritti a ogni esecuzione del nostro meraviglioso inno. E i soldi per la cultura tagliuzzati di qua e di là andranno a questi elementi per produzioni di questo livello artistico. E ancor peggo si fa divulgazione negativa, perchè il popolo italiano non ha i mezzi per giudicare la qualità di un musicista e si beve tutto. Faccio un appello a tutti gli artisti, fermiamo in modo visibile questo scandalo, facciamolo almeno per il popolo ignorante a cui dobbiamo voler bene piu' che a quello che frequenta i teatri

    Report

    Rispondi

  • moicano

    02 Febbraio 2011 - 11:11

    Posso dire una cosa fuori dal coro? 'Sto Allevi ce l'ha fatti a peperini!

    Report

    Rispondi

blog