Cerca

Christie's: all'asta la femminilità del Novecento

La storica casa d'aste si prepara ad un'imponente vendita di scatti d'autore. Le immagini portano la firma dei grandi fotografi del secolo scorso, da Irving Penn a Bruce Weber

Christie's: all'asta la femminilità del Novecento
Femminilità, charme, grazia, sensualità, eleganza. E si potrebbe continuare parecchio ad elencare le doti della donna ideale, la modella che gli artisti sognano di trovare e che i fotografi scelgono di immortalare nella speranza di ritrarre un'ambasciatrice dalla bellezza che sia universale, intensa e al tempo stesso delicata. In un momento il cui la sessualità ha preso il posto della sensualità, Christie's, la celebre casa d'aste, presenta una vendita d'eccezione, un inno alla femminilità del passato e alla sua capacità unica di esibirsi senza eccedere, di mostrare il corpo anche, ma senza offenderlo.

IDENTITA' FEMMINILI ALL’ASTA - Si chiama The Feminine Identity, ed è il nome dato alla vendita di 79 favolose immagini che il 7 aprile prenderà il via al Rockefeller Center dove Christie's ha la sua sede newyorkese.  Un'asta tanto speciale da sembrare per un attimo una mostra, un'esposizione di scatti realizzati da alcuni dei fotografi più importanti dello scorso secolo, costruita per rendere omaggio alla donna e alla sua femminilità. E invece si tratta di una vendita vera e propria che comprende fotografie tratte da un’unica e imponente collezione privata che ha raccolto negli anni i lavori di uomini simbolo del settore, artisti come Man Ray, Bruce Weber, Guy Bourdin, Horst P. Horst, Paolo Roversi, Norman Parkinson, che hanno contribuito con le loro opere all'evoluzione della fotografia in generale ma anche dell'immagine di moda in particolare.

BELLEZZA SOFISTICATA E NUDI D'AUTORE - I 79 scatti parlano tutti di bellezza, che sia elegante e sofisticata come quella raccontata da Irvin Penn e dalla bella moglie e musa  Lisa Fonssagrives, considerata universalmente la prima supermodel della storia, o conturbante come i nudi realizzati in prevalenza nella prima metà del secolo scorso  dall'americana Louise Dahl-Wolfe, apprezzata firma di Harper's Bazaar. Alla ricerca di una definizione assoluta e comune di bellezza The Feminine Identity attraversa idealmente tutto il Novecento.  L'asta di Christie's infatti comprende scatti dei primi decenni del secolo, come quello di Edward Steichen del 1927, così come immagini realizzate negli anni '90. Il valore delle fotografie, vere e proprie opere d'arte dei nostri tempi, parte da un minimo di 1.000 dollari – così è stato valutato uno scatto del 1988 di Matthew Rolston – ad un massimo di 60.000 dollari cifra stimata per una foto che rappresenta una delle grandi icone del secolo scorso, Marilyn Monroe, ritratta dall’obiettivo di Philippe Halsman.

Donatella Perrone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog