Cerca

Libero completa la collezione dei 'Diari di Mussolini'

Martedì 19 aprile ultima uscita dell'opera, da mercoledì (per una settimana) in vendita il raccoglitore a 4,80 euro

Libero completa la collezione dei 'Diari di Mussolini'
Ultimo appuntamento con 'I diari di Mussolini'. Domani, martedì 19 aprile, su Libero uscirà l'ultimo inserto della raccolta. Da mercoledì 20 sarà invece in vendita la copertina per raccogliere i fascicoli, al prezzo di 4,80 euro. Il raccoglitore rimarrà in edicola per una settimana. Sarò comunque possibile acquistarlo successivamente, richiedendolo per via telefonica al numero verde 800 98 48 24 (gratuito, da rete fissa) oppure o attraverso l'e-commerce del sito www.libero-news.it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lumaca

    27 Aprile 2011 - 00:12

    Non mi risulta che questi diari vengano utilizzati come testi nelle scuole pubbliche.... E, anche se fosse, ci sarebbe comunque da fare una distinzione tra l'uso di "diari" (di Mussolini o di Stalin che siano...) dall'uso di testi commentati e politicamente schierati. Ad ogni modo, nel mio caso personale, penso siano da condannare più le "prediche" martellanti degli insegnanti-politici, che i testi; questi ultimi schierati si, ma molto più garbati e civili dei solerti impiegati statali che fanno campagna "elettorale", o meglio, "diffamatoria" in classe.

    Report

    Rispondi

  • leccato

    19 Aprile 2011 - 13:01

    Un successone!!!

    Report

    Rispondi

  • scorpion

    19 Aprile 2011 - 09:09

    leggiamo pure i romanzetti di Bolscevica memoria. Essi allietano i pomeriggi delle donne d'albione e sono adatti alle mollezze dei barbari d'oltremanica che ancora arrampicavano gli arbusti mentre noi si formava un impero! Parole del duce non possono essere presunte. Esse sono o vere o non dette poichè vittima dell'indecisione è solo il bolscevico mentitore e retrogrado. Noi invece si è fatta anche l'Italia oltre alla bonifica delle paludi pontine e con lo sguardo sempre avanti, verso il futuro. I reietti del '68, scherzo della natura umana, hanno solo macchiato il sogno italiano, ora più forte che mai e di questo vogliamo a gran voce cantare : Togliere le parole presunte! Mettere le vere parole, insegnamento per i giovani arditi, per i saggi anziani, per gli uomini e le donne tutte e per cani e gatti purchè sterilizzati. A noi!

    Report

    Rispondi

  • Lillognogna

    19 Aprile 2011 - 08:08

    Ma se i Berlusconini vogliono mettere al rogo tutti i libri della scuola pubblica, comunisti e di sinistra, non dovrebbero, per correttezza e imparzialità, mettere al rogo anche i Diari di Mussolini????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog