Cerca

Scritte sui marciapiedi

Nuova moda dei giovani

Scritte sui marciapiedi

Dopo i lucchetti dell'amore, gli adolescenti italiani escogitano un nuovo modo per scambiarsi messaggi di vario genere: si mettono a scrivere sui marciapiedi.

Il fenomeno, già diffuso in alcune città, ora sta impazzando sulle strade di tutta Italia. Piccole frasi, poesie d’amore, dediche, ma anche  auguri di compleanno, in bocca al lupo per gli esami e quant’altro.
Il fenomeno di comunicare attraverso le scritte è esploso con il filone giovanile di film come “Tre metri sopra il cielo” o “Scrivilo sui muri”.
L'atto della scrittura sul marciapiede avviene spesso in gruppo, più facilmente la notte, quando il rischio di essere scoperti cala notevolmente con la complicità del buio. Bombolette spray, vernice  o semplici pennarelli: un tocco di creatività e il gioco dei messaggi on the road è fatto.

Ovviamente imbrattare muri e marciapiedi è illegale. Sono frequenti gli episodi di cronaca che coinvolgono giovani adolescenti alle prese con lo “street writing” e la polizia locale.
L'ultimo è avvenuto a Lecce, dove due ragazzi e due ragazze, di età compresa tra i 13 e i 16 anni, sono stati sorpresi mentre imbrattavano con scritte ispirate ai libri di Federico Moccia i muri, i gradini e il marciapiede dell'edificio sede dell'Ufficio Postale centrale, in Piazza Libertini.
I giovani, colti in flagrante dagli agenti della Questura, sono stati denunciati per "deturpamento di edifici”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog