Cerca

Fallaci, l'accusa della sorella "Il centrodestra la infanga"

A 5 anni dalla morte di Oriana. Paola: "Sull'Islam l'hanno strumentalizzata, pare una persona totalmente diversa"

Fallaci, l'accusa della sorella "Il centrodestra la infanga"
Dalla rabbia e l'orgoglio alla pena e la vergogna. A cinque anni dalla sua morte, avvenuta il 15 settembre del 2006 a Firenze, Oriana Fallaci continua a far discutere. Questa volta non per la sua prestigiosa carriera (è stata la prima donna italiana inviata di guerra) né per le sue coraggiose prese di posizione contro Islam e fondamentalismo. No, al centro delle polemiche c'è il suo ricordo. La sorella Paola se la prende direttamente con la stampa "di destra", colpevole a suo dire di deformare la figura della scrittrice e giornalista. "Cinque anni dopo la scomparsa di  Oriana - sottolinea la donna, 73 anni in un'intervista all'Adn Kronos - non c'è solo il dispiacere per la sua perdita ma anche un forte senso di pena per come viene trattata la sua memoria. Non mi piace il personaggio Oriana che è venuto fuori dopo la sua morte. Oriana non era affatto una specie di crociata cristiana contro l'Islam, come viene unicamente presentata. Oggi i suoi grandi meriti di giornalista e scrittrice non le sono riconosciuti".

Strumentalizzazioni e non - Una Fallaci, insomma, strumentalizzata a uso e consumo di posizioni ideologiche. "Mia sorella - prosegue Paola - ebbe anche una grande intuizione sull'Islam, sul senso di pericolo legato a un certo mondo musulmano, ma certo non le sarebbe piaciuto il  modo in cui sarebbe stata dipinta oggi". Quel che Paola Fallaci non sembra ricordare è che Oriana ha avuto anni di tempo per ribadire e rafforzare i propri convincimenti: tempo speso bene, investito proprio per evitare strumentalizzazioni e pelose citazioni.

Beghe legali - Il ricordo di Oriana da parte della sorella diventa però più intimo quando affronta la Fallaci "segreta", quella quotidiana e non riflessa dai suoi articoli. "C'è un  clima di grande finzione, tutti sono stati suoi amici, tutti hanno qualcosa da raccontare su di lei. Basta che uno sia stato segretario di Oriana per un paio di giorni per sentirsi in dovere di scrivere un libro di 200 pagine. Che pena! Per capire Oriana occorreva una vita, non certo una settimana". E poi Firenze, la sua città: "Si è sempre comportata male verso Oriana. Nemmeno una strada le ha dedicato...". Paola Fallaci preferisce però glissare sulle beghe legali che l'hanno coinvolta lo scorso luglio, quando suo figlio Edoardo Perazzi, erede universale della giornalista, è stato indagato per una presunta firma falsa sul testamento della famosa zia. Le indagini sono partite dopo un esposto in Procura a Firenze presentato dalla stessa Paola. "E' una vicenda sgradevole, della quale non amo parlare. E' abbastanza mediocre che tutto sia finito così. I soldi sono spesso una brutta attrattiva".

Fallaci, la sorella a
"Vergonga

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vinpac

    13 Settembre 2011 - 19:07

    Ho sempre pensato che l'arruolamento forzato e strumentalmente accettato, della Fallaci non fosse altro che l'ennesima dimostrazione della situazione culturale fallimentare e lacrimevole della maggioranza berlusconiana di centro - "destra". Che avesse in comune con l'area la defunta e lacrimata giornalista fiorentina. è difficile se non impossibile da dimostrare. L'Italia vive un momento drammatico, stiamoci a preoccupare per le protesta della sorella della Fallaci.

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    13 Settembre 2011 - 19:07

    cosa non si fa per soldi sopratutto se c'è un eredità.

    Report

    Rispondi

  • Dream

    13 Settembre 2011 - 19:07

    appunto, cominciano cosi' le "cose", tra un po' di anni se ne approprieranno loro....della sua memoria! "Un cappello pieno di ciliege" un epopea storica da ripassare nelle scuole!

    Report

    Rispondi

  • Dream

    13 Settembre 2011 - 18:06

    appunto, avra' mai letto un libro della sorella?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog