Cerca

Agli Oscar il film di Crialese Saremo ancora i soliti razzisti

La pellicola Terraferma di Emanuele Crialese ci rappresenterà agli Academy Awards. Ma il film è stato già un flop in Italia

Agli Oscar il film di Crialese Saremo ancora i soliti razzisti
Sarà il film di Emanuele Crialese Terraferma a concorrere per l'Italia agli Oscar, nella sezione di miglior pellicola in lingua non americana. Il film, già in concorso a Venezia, affronta il tema degli immigrati, con un approccio retorico che non tiene conto della realtà dei fatti e delle leggi in vigore nel nostro Paese. Descrive piuttosto i disperati che approdano a Lampedusa come un'umanità miseramente respinta dall'Italia. Che dire, è questa l'immagine del Belpaese che portiamo all'estero? Candidiamo un film che ci descrive come razzisti? La pellicola di Crialese, insomma, non ci fa di sicuro un favore. L'operazione Terraferma agli Oscar sembra piuttosto un'operazione masochistica.

Un fallimento al botteghino - Sono lontani i tempi del film di Benigni, stravincitore agli Oscar nel 1999. Gli ultimi anni della kermesse di Ls Angeles  sono stati avari di soddisfazioni per il cinema italiano. Dopo La vita è bella, difficilmente gli americani inneggieranno alla Terra (è) ferma. Anche perché la pellicola è stata un flop assoluto al botteghino nel nostro Paese. Solo settima, molto dietro il film di Ezio Greggio che tra l'altro è una paraculata dei kolossal Usa. Agli Academy Awards, insomma, aspettiamoci un'ennesima, sonora, bocciatura. A malincuore dobbiamo ammettere che, non solo la terra, ma anche il nostro cinema è...fermo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sidhe1969

    29 Settembre 2011 - 08:08

    Il problema è che leggendo molti commenti dove si parla di "identità annacquata" e invasione dell' Italia, mi sembra chiaro che il razzismo sia presente nel nostro paese, ne più ne meno che negli altri luoghi dell'occidente civilizzato. In molti film americani troviamo tematiche antirazziste, perché mai noi dovremmo vergognarcene? Siamo fatti così e dobbiamo migliorare come tutti. Per quanto riguarda il tono del mio precedente commento, le chiedo scusa: ero alterato. Saluti

    Report

    Rispondi

  • giampiero59

    28 Settembre 2011 - 19:07

    Come si fa a giudicare un film in base al successo al botteghino? O in base al fatto se parla bene dell'Italia o meno? Ci sono capolavori americani che non fanno fare bella figura all'America. Ma lì sono sempre avanti rispetto all'Italia: il maccartismo l'hanno superato da decenni.

    Report

    Rispondi

  • cioccolataio

    28 Settembre 2011 - 19:07

    Detta in due parole: perché ci divertiamo a prendervi per il c...!

    Report

    Rispondi

  • Franztradizione

    28 Settembre 2011 - 18:06

    Vista l'obiettiva realtà dei fatti, non credo proprio Lei possa in alcun modo esortarmi ad alcun pudore; farebbe forse meglio ad aprire gli occhi sui fatti, sbarazzandosi dei Suoi pregiudizi prebenisti.cordialità

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog