Cerca

Rossoneri

Milan, Silvio Berlusconi ha fiducia in Pippo Inzaghi ma al suo posto sogna Vincenzo Montella

Milan, Silvio Berlusconi ha fiducia in Pippo Inzaghi ma al suo posto sogna Vincenzo Montella

La panchina di Pippo Inzaghi torna in discussione. Silvio Berlusconi ha imposto una condizione vincolante al tecnico rossonero per non rimanere disoccupato: centrare l’obiettivo europeo. La speranza giovane e tutta casalinga che doveva far tornare il sorriso sul volto del Presidente e dei tifosi si è dimostrata “acerba”, detto proprio con le parole del patron.
Poco dopo Berlusconi ha addolcito la pillola, ha ribadito pubblicamente la fiducia nel pupillo di casa, ai suoi però ha ribadito che senza una qualificazione in una competizione europea al posto di Pippo va trovata un’alternativa affidabile.
E tornano a circolare i nomi dei tecnici preferiti del Presidente. Non potendo puntare su Pep Guardiola, per ovvi motivi di budget, a Berlusconi piacerebbe portare a Milano uno che allo stile di Pep si ispira, quindi Vincenzo Montella. Il tecnico viola era nei desiderata del Milan già un paio di stagioni fa, ma il presidente Della Valle si mise di traverso. Il tempo ha fatto maturare le situazioni, Vincenzino non fa segreto di voler provare nuove esperienze a fine stagione. A Napoli lo sognano, ma è a Milano che lo aspettano. Di mezzo però ci sono ancora i rapporti con la Fiorentina da non compromettere e il povero Pippo ancora seduto su quella panchina sempre più in ombra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvio47

    07 Marzo 2015 - 09:09

    cambia allenatore ,ma cambia anche la squadra,riprenditi, tiago,ibra e compani, altrimenti saremo sempre una piccola provinciale.

    Report

    Rispondi

  • otbgroup

    06 Febbraio 2015 - 09:09

    Ma non vogliamo altri che o il mito di Inzaghi o un grande con polso (Conte, Capello).

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    05 Febbraio 2015 - 17:05

    o CONTE o meglio INZAGHI tutta la vita

    Report

    Rispondi

blog