Cerca

Il commento di Biasin

Parma, perché il peggio non è ancora passato

Fabrizio Biasin

C’erano un po’ tutti i capoccioni del calcio, cercavano soluzioni per raffreddare la patata bollentissima chiamata Parma. Si son trovati in Lega e quasi all’unanimità hanno deciso: tiriamo fuori due lire perché altrimenti rischiamo di far stizzire quelli di Sky (giustamente incavolati) e ciao-ciao ai milioni di Murdoch. E allora si è trovata una soluzione lampo: il fondo-multe servirà a garantire lo svolgimento delle gare fino a fine stagione, poi del Parma «sarà quel che sarà» (cit. Ricchi e - soprattutto - Poveri).

Detto che ormai neanche lo specchio crede più a Manenti e alle sue promesse, restiamo più che perplessi per quel che accadrà in serie A: con che spirito entreranno in campo i tesserati del Parma? Come potranno opporsi agli avversari che da ieri sono anche i loro foraggiatori? Siamo certi che con il prestito di 5 milioncini si terranno buoni i giocatori e - soprattutto - i dipendenti della società gialloblu, esasperati da una situazione che neanche Lars Von Trier in acido avrebbe mai immaginato? Porgeremmo volentieri la domanda a Manenti, ma la risposta sarebbe: «I soldi ci sono».

di Fabrizio Biasin

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog