Cerca

In pista

Alex Zanardi, l'ultima sfida: in pista per la 24 ore. "Voglio arrivare tra i primi 5"

Alex Zanardi

Ennesima nuova sfida per Alex Zanardi. Il pilota bolognese sarà alla guida della Bmw Z4 GT3 nella 24 Ore di Spa-Francorchamps in Belgio, prevista per il 25 e il 26 luglio prossimi. Zanardi proverà a correre per la prima volta una gara automobilistica d’endurance insieme a due piloti normodotati. Assieme ai tecnici della Bmw, di cui è ambasciatore, Zanardi ha messo a punto un sistema che gli permetterà di usare il pedale del freno. «C’è un meccanismo che è molto sottile ed è fissato al pedale. Si infila nella mia protesi che non è altro che un tubo vuoto. E visto che la protesi di metallo tocca il metallo del pedale questo mi ha fatto ritrovare sensibilità di guida».

La gara si svolgerà proprio pochi giorni prima del Mondiale di paraciclismo, in programma dal 29 luglio al 2 agosto a Nottwil in Svizzera. Zanardi ha già ripreso a preparare anche questa competizione dopo che lo scorso 9 febbraio, in allenamento con la handbike, si era fratturato la clavicola sinistra in cinque parti andando a sbattere contro un guardrail.

Per Zanardi, uno che non si accontenta mai, all’orizzonte ci sono già altri due grandi appuntamenti: Rio 2016, dove difenderà i due ori (crono e strada) di Londra 2012 e la leggendaria Kona, il campionato del mondo di IronMan Triathlon. (D.DEL.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • buonavolonta

    19 Marzo 2015 - 13:01

    una volta si diceva sbagliando si impara mi sa che molti sono autodistruttivi..

    Report

    Rispondi

blog