Cerca

Rossoneri

Milan, un nuovo cinese vuole comprare la squadra: chi è Zong Quinghou

Silvio e Barbara Berlusconi

Italia con gli occhi a mandorla. Dopo Pirelli e Giochi Preziosi anche il Milan potrebbe diventare cinese. E certo questa non è una novità: dell'interessamento di mister Bee (intenzionato ad acquistare il 30% della società) se n'era già parlato nelle ultime settimane. Proprio come nelle ultime settimane si era parlato dell'interessamento del thailandese Taechaubol. La novità, semmai, è che ora ci sarebbe un nuovo magnate cinese interessato a far sua la squadra di calcio di Silvio Berlusconi. Dell'interessamento ne dà conto il Corriere della Sera, che spiega come all'orizzonte stia spuntato Zong Qinghou, fondatore, presidente e dg della Hagzhou Wahaha Group, la più grande azienda di bevande della cina.

Il piano - A mister Qinghou i soldi non mancano. Segnalato come l'86esimo uomo più ricco del mondo ha un patrimonio stimato in 11,6 miliardi di dollari, gran parte del quale accumulato grazie alle fortune della Foture Cola, la Coca Cola cinese. Secondo le indiscrezioni potrebbe entrare nel Milan gradualmente, proprio come vorrebbe il Cavaliere: inizialmente con una quota minoritaria per poi salire fino al 75% nel giro di tre anni. A giorni dovrebbe iniziare il controllo dei conti della società. Il Corsera, però, avverte che ad oggi mister Bee resterebbe ancora in pole position. A chi andrà il Milan, dunque, è ancora tutto da vedere. C'è però la mezza sicurezza che il Milan diventerà cinese...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • flikdue

    02 Aprile 2015 - 16:04

    Alèèèè ...... anche il Milan ai cinesi. Come diceva l'imbonitore fiorentino ...... venghino signori cinesi venghino, qui si vende l'italia a prezzo di saldo !!!!

    Report

    Rispondi

blog