Cerca

Condanna

Calcio, Carlo Tavecchio contro gli striscioni vergogna all'Olimpico sulla madre di Ciro Esposito: "Ignoranza, indaga la Procura federale"

Calcio, Carlo Tavecchio contro gli striscioni vergogna all'Olimpico sulla madre di Ciro Esposito: "Ignoranza, indaga la Procura federale"

Il giorno dopo Roma-Napoli di sabato 4 aprile e l'esposizione degli striscioni degli ultrà romanisti contro la madre di Ciro Esposito, il ragazzo alcoltellato a morte a maggio 2014 poco prima della finale di Coppa Italia all'Olimpico, interviene anche il presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio per prendere le distanze dal gesto dei tifosi. "Condanno l’accaduto, del quale la Procura Federale si è già interessata, sarebbe però da chiarire come sia possibile succeda in uno stadio con il massimo livello di sicurezza". Seguiranno di sicuro polemiche sulle misure di controllo messe in campo allo stadio della Capitale, rimane però un problema tutto culturale secondo Tavecchio: "L’ignoranza e la violenza sono mali sociali che si estirpano con progetti comuni, di tutte le componenti sportive e politiche, oltre al contributo fondamentale dei media".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allaramaria

    07 Aprile 2015 - 05:05

    Il striscione viene preparato e poi tagliato in tanti quadratini poi piegato emesso nelle scarpe di tanti ultras , arrivati sugli spalti diventa facilissimo ricomporlo........

    Report

    Rispondi

  • arwen

    06 Aprile 2015 - 11:11

    Tavecchio si indigna? Ma per favore, che si tolga di torno....ridicolo! Nn si è vergognato, però, a insediarsi avendo sul groppone svariate condanne...il moralista!

    Report

    Rispondi

  • Nanni60

    06 Aprile 2015 - 10:10

    Applicate le leggi, in Italia si parla troppo e non si fanno i fatti. Come al solito

    Report

    Rispondi

blog