Cerca

Scalate

Ranking Uefa, tutti tifano Fiorentina per le sette italiane in Europa

Ranking Uefa, tutti tifano Fiorentina per le sette italiane in Europa

C’era una volta la Serie A delle sette sorelle. A cavallo degli anni duemila il nostro campionato era il più ricco e il più bello del mondo, con i grandi calciatori che smaniavano per venire a giocare in Italia. Oggi la Serie A ha perso appeal, ha perso investitori e ha perso anche un posto in Champions, visto che dalla stagione 2011/12 solo le prime tre classificate in campionato accedono alla massima competizione continentale. Dopo alcuni anni di prestazioni sottotono, eliminazioni premature e poche teste di serie nei gironi, la Serie A pianifica la rivincita sulle ali delle qualificazioni di Juve, Napoli e Fiorentina.

Dati alla mano, la possibilità di scavalcare la Premier League nel ranking Uefa e tornare a disporre di quattro posti Champions è vicina ma non vicinissima. Grazie alla disastrosa stagione delle inglesi in Europa e al fatto che nel conteggio nelle annate, determinante per il ranking, il 2010/11 (pessimo per l’Italia, ottimo per l’Inghilterra) sparirà al termine del 2014/15, la Serie A si piazza ad appena 3,9 lunghezze dalla Premier, distanza che potrebbe ridursi se i nostri club arrivassero fino all’epilogo nelle rispettive competizioni. Tuttavia, il sorpasso sarebbe possibile solo a partire dal 2017/18. Eppure forse non bisognerà attendere così a lungo per vedere di nuovo 7 italiane in Europa. Vista l’attuale classifica del campionato sarebbero 6 le squadre a partecipare alle competizioni europee. Juve e Lazio in Champions, con la Roma al preliminare. Napoli e Sampdoria (4° a e 5° in campionato) ammesse ai gruppi di Europa League, con la Fiorentina al terzo preliminare (dal momento che Juve e Lazio, finaliste in Coppa Italia, andranno in Champions).

Ma poiché il regolamento Uefa prevede che la vincente dell’Europa League partecipi di diritto al preliminare di Champions dell’anno successivo, e considerando che la Fiorentina è ancora in corsa per questo obiettivo, se i viola vincessero la competizione e venissero scalzati al sesto posto in campionato da una tra Genoa, Torino, Milan o Inter, la Serie A avrebbe 2 squadre qualificate in Champions e 2 ai preliminari, oltre alle 3 (Napoli, Samp e una delle altre ad eccezione della Fiorentina) in Europa League che già le spettano. L’eventualità non è poi così remota, e proprio per questo il sesto posto dei toscani rappresenterà un’esca per le fameliche inseguitrici. I tanti scontri diretti tra le prime 10 del campionato da qui alla fine saranno inevitabilmente tiratissimi.

A Torino, Genoa e soprattutto alle milanesi (Milan a -6 e Inter a -7 dal sesto posto) spetta il compito di vincere più partite possibile da qui alla fine e indossare la sciarpetta col giglio viola nei giovedì di Europa League, augurandosi che la squadra di Montella arrivi ad alzare l’ex Coppa Uefa il 27 maggio a Varsavia.

di Daniele Dell'Orco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog