Cerca

Mezzogiorno

Denis acciuffa il pari all'ultimo secondo: 2-2 tra Atalanta ed Empoli

Denis acciuffa il pari all'ultimo secondo: 2-2 tra Atalanta ed Empoli

Finisce 2-2 con un pareggio acciuffato dai bergamaschi in zona Cesarini da Denis la sfida salvezza Atalanta-Empoli. Gara divertente con tante occasioni da gol da una parte e dall’altra quella dello stadio Atleti azzurri d’Italia, nel primo tempo vantaggio toscano di Saponara al 41’, il pari atalantino due minuti più tardi del ’Papù Gomez. Nella ripresa gol di Maccarone al 60’, a tempo scaduto il gol del definitivo pareggio del ’Tanquè Denis di testa. In classifica la squadra di Sarri sale a 35 punti, a 31 l’Atalanta che mercoledì nel turno infrasettimanale andrà a fare visita al Cesena terzultimo.

Al quarto minuto la prima conclusione a rete è della squadra ospite con Vecino che approfitta di un break della formazione toscana per arrivare al limite dell’area ma il diagonale debole finisce a lato. Due minuti più tardi palla gol per l’Atalanta con Estigarribia che dopo un batti e ribatti in area si trova la sfera sui piedi, la conclusione potente, ma centrale, del paraguaiano finisce tra le braccia di Sepe. La gara si accende, Saponara penetra nell’area nerazzurra, il tiro basso è respinto coi pugni da Sportiello. I bergamaschi premono con Estigarribia incontenibile sulla fascia destra mentre l’Empoli è pronta a pungere con rapide verticalizzazioni.

Al 13’ buon lavoro di Maccarone sulla destra, sul cross arriva Saponara in scivolata ma l’ex Milan non riesce a imprimere potenza alla sfera. Punizione da posizione defilata per la squadra di Reja, la sfera arriva sulla testa di Denis ma il ’Tanquè non trova la porta. L’Atalanta soffre la velocità di Saponara che alla mezz’ora si libera del suo marcatore ma viene fermato al limite dell’area da un provvidenziale intervento di Stendardo.

Salvataggio sulla linea di porta al 31’ di Maxi Moralez che sventa una conclusione a botta sicura dell’Empoli con Rugani di testa. Ci prova ancora Saponara, tiro centrale facile preda di Sportiello. Al 41’ viene premiata la pressione dell’Empoli, Saponara, al quarto centro con la maglia dei toscani, comincia l’azione a centrocampo, fraseggia con Pucciarelli che gli restituisce la sfera al limite, l’ex Milan piazza un tiro all’incrocio su cui Sportiello non può nulla. L’Atalanta si scuote, Gomez verticalizza per Moralez, il contrasto di Rugani favorisce l’argentino che a due passi da Sepe insacca: 1-1, per ’El Papù si tratta della prima rete in stagione. Le emozioni non sono finite, è l’Empoli ad attaccare un minuto dopo con Maccarone che tenta un tiro in area ma il portiere nerazzurro gli dice di no, sulla ribattuta Pucciarelli di testa spreca la palla dell’1-2.

Il secondo tempo comincia con le formazioni invariate. Al 50’ buco della retroguardia empolese con Moralez che trova una prateria sulla fascia sinistra, sul suggerimento al centro arriva Estigarribia ma il tiro viene murato da Rugani. La reazione dell’11 di Sarri è un tiro da fuori di Valdifiori parato dal portiere. Insiste la squadra di Reja, Carmona finalizza una prolungata occasione d’attacco bergamasca con un tiro dal limite alto. Al 60’ ci pensa ’Big Mac’ Maccarone a riportare avanti l’Empoli, l’attaccante è bravo a insaccare di piatto un cross rasoterra di Croce. Al 64’ prova a chiudere la partita Vecino che dopo un doppio dribbling va alla conclusione dal limite ma non trova la porta. Un minuto più tardi imbeccata di Saponara per Maccarone che  sulla sinistra prova un gran tiro ma la palla va a stamparsi sul palo con deviazione di Sportiello.

L’Atalanta accelera i tempi, ci prova Benalouane da limite ma spreca. Reja getta nella mischia Bianchi e D’Alessandro, fuori Gomez ed Estigarribia. Al 72’ occasione nerazzurra, svetta di testa Masiello che mette la palla in mezzo, ci si avventa in scivolata Stendardo ma Sepe blocca con Denis pronto al tap in. Al 33’ mani tra i capelli per Denis che calcia alto da ottima posizione. Ancora una occasione per l’Atalanta, al 80’ è Bianchi a provare la deviazione acrobatica. Nel finale di gara c’è spazio per l’empolese Zielinski che entra in area, disorienta il difensore in marcatura ma il tiro sul primo palo esce  d’un soffio. Quando tutto sembra perduto esplode la gioia del pubblico bergamasco per il provvidenziale gol di testa di Denis bravo al 93’ a insaccare all’incrocio dei pali per il definitivo 2-2.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog