Cerca

La reazione

Europa League, Napoli sotto inchiesta Uefa per i laser dagli spalti e fuochi d'artificio

Europa League, Napoli sotto inchiesta Uefa per i laser dagli spalti e fuochi d'artificio

Il Napoli rischia una sanzione della Uefa dopo l'1-1 in Europa league al San Paolo contro il Dnipro. I giudici sportivi europei stanno esaminando i verbali dei commissari di campo che hanno rilevato tre particolari irregolarità imputabili alla società di Aurelio De Laurentis: sono stati portati nello stadio fuochi d'artificio, l'organizzazione è stata valutata insufficiente, considerando che alcune scale sarebbero rimaste inutilizzabili perché bloccate, e poi ci sono i puntatori laser, usati contro gli avversari dei napoletani durante la partita. La notizia delle indagini Uefa arriva solo il giorno dopo lo sfogo di De Laurentis sul gol del pareggio ucraino in netto fuorigioco. Nella sfuriata era stato chiamato in causa anche il presidente della massima organizzazione calcistica europea, Michel Platinì. Il caso del Napoli sarà esaminato il prossimo 21 maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    09 Maggio 2015 - 08:08

    sono terroni, cosa volete farci, se non hanno i loro petardi e bombe carta, non stanno bene. I laser saranno quelli che solitamente sono sui fucili di precisioni, quelli dei cecchini, sport in uso nella terronia.

    Report

    Rispondi

  • ireneus

    08 Maggio 2015 - 19:07

    Ben gli sta a DE LAURENTIS crede di essere O GUAPPO del calcio impari a tenere chiusa la bocca

    Report

    Rispondi

blog