Cerca

Rivoluzione

Milan, parte da Ciro Immobile il progetto di una squadra tutta italiana

Milan, parte da Ciro Immobile il progetto di una squadra tutta italiana

Una sorta di ritorno al passato per il Milan, con una squadra tutta italiana. Questo è uno dei progetti su cui Silvio Berlusconi potrebbe puntare, qualora le trattative per reperire capitale straniero - o cedere il controllo della società alle cordate asiatiche - dovessero fallire. La prossima estate, dunque, la lista degli acquisti potrebbe essere quasi esclusivamente tricolore. È quanto rivela Il Giorno, che spiega come fra gli obiettivi eccellenti ci sarebbe anche Ciro Immobile. Il suo agente è già stato sentito dal Milan ed è nota la sua voglia di riscattarsi da una stagione non brillantissima al Borussia Dortmund.

Gli altri nomi - Oltre a Immobile la dirigenza rossonera ha già avviato le trattative per Baselli, attualmente all’Atalanta, e con l’Empoli per Valdifiori. Sempre dall’Empoli tornerà poi Saponara, che potrebbe giocare dietro le punte in caso di cessione di Menez. In difesa invece è seguito il giovane Giulio Donati, classe 1990, di proprietà del Bayer Leverkusen.  Ma l’ad Adriano Galliani sa di poter contare su basi già solide per costruire una squadra made in Italy. In difesa sono a disposizione Abate, Bonera e Paletta, oltre ai giovani terzini di fascia De Sciglio e Antonelli; e poi ci sono Bonaventura, El Shaarawy, Cerci, il capitano Montolivo. Dubbi invece su Mattia Destro, ancora non si è deciso se riscattare l’attaccante della Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pulraf

    11 Maggio 2015 - 20:08

    Se date nelle mani di galliani il Milan, allora è finita. Immobile non è un grande, Baselli e Valdifiori, con Saponara, vanno bene. Quello che non va bene è la conferma di Menez, con lui sarebbe un milan come quest'anno. Mattia destro, costa troppo.

    Report

    Rispondi

blog