Cerca

L'accusa

Un pentito accusa Lionel Messi e la sua fondazione: partite per riciclare denaro della droga

Un pentito accusa Lionel Messi e la sua fondazione: partite per riciclare denaro della droga

Una nuova gravissima accusa per l'attaccante del Barcellona Lionel Messi. L'agenzia america antidroga Dea starebbe indagando sulle partite benefiche organizzate dall'organizzazione Messi & friend organizzate dal padre del campione soprattutto in Paesi dell'America latina tra il 2012 e il 2013. Secondo il quotidiano spagnolo El mundo le indagini sono partite dopo le dichiarazioni di un pentito attualmente in carcere. Il sospetto degli inquirenti è che le amichevoli servivano solo per riciclare denaro per conto dei principali cartelli della droga messicani. La Dea ha interrogato finora i giocatori Pinto, Alves e Mascherano per verificare l'entità dei compensi ricevuti per scendere in campo. In particolare per gli agenti, dietro le partite ci sarebbero i narcotrafficanti di Los Valencia, leader del traffico di marijuana in tutta l'America centrale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog