Cerca

L'incidente in Ferrari

Arturo Vidal graziato dai giudici cileni: processo sospeso per due anni

Arturo Vidal graziato dai giudici cileni: processo sospeso per due anni

Dopo la vittoria del Cile in Coppa America arriva un'altra lieta notizia per un cileno. Arturo Vidal lo scorso 16 giungo si era schiantato con la sua Ferrari guidando sotto l'effetto dell'alcool ed era stato arrestato. Adesso però può tirare un sospiro di sollievo perché i giudici hanno deciso di sospendere il processo a suo carico, che si svolgerà quindi tra due anni.

Ritiro della patente - Come pena accessoria il magistrato Claudio Ortega ha ordinato il ritiro della patente fino alla seduta in aula. Il centrocampista juventino in cambio ha però accettato una lunga serie di condizioni imposte dal pubblico ministero. Oltre al pagamento di un indennizzo alle vittime coinvolte nell'incidente, avrà anche l’obbligo di regalare 100 palloni a un’accademia sportiva, magliette autografate al corpo dei Vigili del fuoco di Buin e dovrà mantenere la promessa di partecipare a conferenze motivazionali organizzate per sensibilizzare gli autori di incidenti stradali.

La gioia del cileno - L'ha scampata bella il calciatore che ha commentato così l'ordine emesso dal magistrato prima di uscire dal tribunale di Santiago: "Sono sinceramente pentito e sono d’accordo su ogni decisione presa dalla giuria". Pena leggera e garanzia dell'archiviazione del processo sempre se il calciatore non avrà problemi con la Giustizia nel corso dei prossimi 12 mesi. Ora Vidal può lasciare il Paese per godersi le vacanze, in attesa di sapere nel suo futuro ci sarà ancora la maglia bianconera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog