Cerca

Stangati?

Fifa, per Blatter e Platini lo spettro della radiazione

Michel Platini e Sepp Blatter

Se la prima preoccupazione di Michel Platini fino a qualche settimana fa era quella di non poter concorrere per la presidenza della Fifa (le elezioni sono in programma a inizio 2016), a causa dei 90 giorni di sospensione comminati dall’organo svizzero a lui e all’ormai ex numero 1 in carica Sepp Blatter, ora il francese dovrà iniziare a pensare alla possibilità di dover abbandonare per sempre il mondo del calcio. L’indagine avviata dalla Commissione etica della Fifa si è infatti conclusa, e la camera giudicante del tribunale arbitrale, presieduto da Joachim Eckert «studierà il rapporto con attenzione e deciderà a tempo debito se procedere». I due dirigenti sportivi rischiano una lunghissima sospensione o addirittura la radiazione. Per motivi legati ai diritti alla privacy e per la presunzione di innocenza fino a prova contraria, la commissione ha deciso di non pubblicare i dettagli dei rapporti conclusivi e nemmeno il tipo di sanzioni richieste. Va ricordato che il procedimento riguarda il pagamento di 2 milioni di franchi da Blatter a Platini per servizi resi nel 2011, ma privi di copertura contrattuale. I due indagati si sono sempre detti innocenti e ribadito di non aver commesso illeciti. Blatter e Platini comunque non mollano, e compariranno ai primi di dicembre davanti al tribunale arbitrale.

di Daniele Dell'Orco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog