Cerca

Pareri

Boniek: "De Rossi? No, il razzismo non c'entra. Sapete cosa mi dicevano in campo quando giocavo...?"

Boniek: "De Rossi? No, il razzismo non c'entra. Sapete cosa mi dicevano in campo quando giocavo...?"

Sul caso De Rossi, che ha insultato Mandzukic durante Juve-Roma chiamandolo "zingaro di m...", dice la sua Zbigniew Boniek, che minimizza e spiega: "Penso che stiamo prendendo la direzione sbagliata, in campo queste cose sono sempre successe e il razzismo non c'entra". Colpa dell'adrenalina, dunque, secondo "Zibi", che a Radio anch'io lo sport prosegue: "In campo queste cose sono sempre successe e quando sei arrabbiatissimo una frase può scappare. Quando giocavamo noi c'erano meno telecamere e i giocatori erano diversi, se dovevano chiarire qualcosa lo facevano nel tunnel e non con i giornalisti". E ancora, Boniek ribadisce: "Il razzismo non c'entra". Infine, il curioso aneddoto: "Durante le partite qualche volta lavavetri qualcuno me lo ha detto, ma andare a giudicare un labiale..."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ampar

    26 Gennaio 2016 - 12:12

    ma bastaaaa.......possibile che ogni cagata debba diventare un caso nazionale....ogni cagata!!

    Report

    Rispondi

blog