Cerca

Massacrato

Donnarumma torna a casa. Ecco il "benvenuto" del San Paolo: a Napoli finisce male

Donnarumma

Una partita speciale. Gianluigi Donnarumma, che compirà 17 anni il prossimo 25 febbraio, ha fatto il suo esordio al San Paolo con la maglia del Milan. Non sono mancati, nei 90' che si sono conclusi in pareggio, i fischi da parte dei tifosi napoletani. Gigio, come viene chiamato, è cresciuto nel Napoli ma a 14 anni è passato nelle giovanili del Milan: un "tradimento" che la tifoseria partenopea non gli ha perdonato, sottolineando ogni sua giocata e rinvio con fischi e insulti.

Giovanissimo - Classe 1999, Donnarumma ha mostrato da subito un talento purissimo per difendere la propria porta, complici anche i 196 centimetri di altezza. Una volta 16enne, la società rossonera non si è fatta sfuggire il gioiellino e gli ha fatto firmare il primo contratto da professionista. Per lui, il sogno di giocare con la maglia della propria squadra del cuore si è realizzato per la prima volta il 25 ottobre 2015 contro il Sassuolo in una partita vinta per 2-1.

Napoli - Nato e cresciuto a Castellammare di Stabia, la partita di lunedì sera per Donnarumma aveva un sapore particolare. In tribuna parenti e amici, divisi tra il tifo per la squadra partenopea e il supporto al ragazzo, ancora 16enne. Nel corso del match, non sono mancati i fischi, inoltre ad ogni rinvio del portiere milanista il grido della tifoseria: "Mer...". Ma nonostante la giovane età Donnarumma non si è fatto impressionare gestendo i propri ritmi e giocando con il cronometro, tanto da "guadagnarsi" anche un cartellino giallo da parte del direttore di gara. 

Punto importante - A fine partita il portiere ha minimizzato, soffermandosi sulle sensazioni provocate di una partita di questo spessore: "In uno stadio così non avevo mai giocato. È sicuramente un'emozione fantastica venire a giocare qui, grande stadio, grandi tifosi, un'atmosfera indescrivibile, è sempre un piacere. Come faccio ad essere così tranquillo? Ringrazio la squadra che mi sostiene, ma bisogna essere tranquilli. L'emozione c'è ma non bisogna farla vedere in campo. Sul gol avrei potuto fare di più ma fortunatamente abbiamo pareggiato subito. Abbiamo conquistato un punto importante, avevamo preparato la partita così. I centrali hanno giocato in maniera ottima, Higuain non ha avuto palloni disponibili".

Sirene europee - L'obiettivo per il Milan, in questa stagione, è l'Europa. La Champions sembra lontana, ma per Donnarumma potrebbe essere più vicina che per gli attuali compagni, quelli del Milan. Le prestazioni che ha sfoggiato hanno già richiamato l'interesse del Barcellona e negli ultimi giorni anche il Liverpool ha provato a sondare il campo per il giovane portiere italiano che però, in questo momento, può valere oltre 30 milioni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog