Cerca

I conti

Paghe-Rai tu gli Europei, follie a Viale Mazzini: quanto spendono per il torneo

Bizzotto

Ventisette partite e tanti programmi di approfondimento a base di commentatori-star, ovvero il solito minestrone Rai per nascondere la parzialità dell’offerta. Perché è questo il menù che offre la Rai in occasione dei Campionati Europei di Calcio, in programma dal 10 giugno al 10 luglio in Francia. La tv di Stato ha acquisito i diritti parziali della manifestazione, mentre tutti i 51 match si vedranno soltanto su Sky, ma seguirà comunque l’evento con una valanga di parole, dalla mattina alla sera. Notte compresa, senza badare a spese.

L’azienda di Viale Mazzini ha allestito una «squadra» che varia fra le 40-50 unità per un costo che si aggira attorno al milione di euro. Niente in confronto alla faraonica trasferta sudafricana: 120 persone per un costo complessivo stimato in almeno 3 milioni di euro. Ma sempre tanto rispetto a Sky: solo 40 persone con un costo nettamente inferiore, per giunta offrendo agli abbonati tutte le partite del torneo. «L’obiettivo», spiega il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto, nel corso della raffinata conferenza stampa allestita nel salone di Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata francese a Roma, «è fare in modo che il nostro racconto sia come un romanzo popolare affiancato però da una tecnologia la più ampia possibile». Obiettivo centrato, a vedere i costi.

L’Italia sarà raccontata da Alberto Rimedio e Walter Zenga. Stefano Bizzotto e Marco Lollobrigida sono gli altri telecronisti in Francia, al commento tecnico Roberto Rambaudi e Lorenzo Amoruso, opinionisti reduci da esperienze su altre emittenti in cui hanno dimostrato di essere assai loquaci. Andrea Fusco e Bruno Gentili presenteranno le partite degli azzurri dal campo. Fra i commentatori figurano Arrigo Sacchi e Federico Balzaretti, provenienti da Mediaset, Marco Tardelli, «scippato» a RadioRai, Katia Serra, Gianni Cerqueti, Jacopo Volpi e l’immancabile «golden miocrophone» Ivan Zazzaroni. Da segnalare l’assenza dalla «squadra» di Enrico Varriale, annunciato e poi silurato, e Giovanni Trapattoni, molto gradito dai telespettatori, molto meno dalla dirigenza Rai. Per consolarsi c’è sempre Rai4, con la Gialappa’s che commenta le partite.

di Enrico Paoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog