Cerca

Misteri

Schwazer, Donati: "Anche il Coni è responsabile"

Donati e Schwazer

«Non posso pensare che tutto il lavoro svolto negli ultimi mesi, tutti i controlli a cui mi sono sottoposto, non siano serviti a nulla». È un amarissimo Alex Schwazer quello che si sfoga su Facebook. Il marciatore altoatesino il 6 agosto partirà per Rio, dove due giorni dopo è prevista l’udienza Tas sulla sua eventuale partecipazione ai Giochi dopo la nuova positività agli steroidi. «Non so cosa pensare - continua -, la confusione di queste settimane è stata tanta e devo dire che è veramente dura mantenere un equilibrio che permetta di affrontare un’Olimpiade in questa situazione. Sempre che io possa affrontarla. Cercheremo di sostenere la mia innocenza verso le accuse che mi sono state rivolte mostrando l’assoluta linearità di tutti i controlli ematici ed ormonali a cui mi sono sottoposto».

Tempi strettissimi dunque per il 31enne di Racines, con i giudici che lo ascolteranno appena quattro giorni prima della 20 km di marcia (12 agosto, ore 19.30 italiane) e undici dell’attesa 50 km (19 agosto, le 13 in Italia), la gara per cui Alex ha intrapreso il suo percorso di rinascita affiancato dal professor Sandro Donati: «Ma ancora non ci è stato comunicato quanto tempo avremo per spiegare le nostre ragione - commenta a Libero proprio Donati - , si tratta di una procedura più unica che rara, speriamo di avere a disposizione tutta la giornata».

Fra i punti salienti della linea difensiva preparata dallo stesso Donati e dagli avvocati Gerhard Brandstaetter e Thomas Tiefenbrunner, le tante anomalie della nuova positività, riscontrata dopo un test del 1 gennaio, con esami definitivi arrivati il 13 maggio, ma comunicati a Schwazer solo il 21 giugno scorso. Donati sottolinea «le tante stranezze e l’atteggiamento persecutorio della Federatletica internazionale, che fin da subito ha escluso una posizione di equilibrio nei nostri confronti. Basti pensare al fatto che, mentre la Iaaf aspettava dal laboratorio di Colonia il risultato delle analisi di approfondimento da loro richieste, come se sapessero che quel test doveva in qualche modo essere positivo, contemporaneamente ha avviato un procedimento disciplinare contro Alex, sostenendo che il 13 marzo, un mese e mezzo prima della fine della squalifica, aveva partecipato a una gara. Invece eravamo io e lui ad allenarci a Roma sotto la sede Rai, una farsa che tuttavia ha coinvolto anche la Procura antidoping del Coni, che in parte si è prestata a questa storia, mentre la Fidal faceva presente che non c’era stata nessuna gara.

Insomma, questo dimostra come, di riffa o di raffa, stavano cercando di far fuori Schwazer. E questo nonostante i dodici controlli, undici a sorpresa e uno in gara, siano stati tutti negativi». E mentre la solidarietà arriva dal fiorettista Andrea Baldini, escluso da Pechino 2008 per un caso di doping che la magistratura ha dimostrato essere stato un complotto contro di lui («Ha scritto in privato a me e ad Alex», rivela Donati), i vertici dello sport italiano restano ancora tutti coperti e in silenzio. (LOTO)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • orione1950

    orione1950

    03 Agosto 2016 - 16:04

    Mi pare che si sia scoperta l'acqua calda. Le federazioni sportive son un covo politico mondiale di mafiosi malavitosi. Sono loro che hanno sempre deciso gli esiti di tutte le manifestazioni sportive a prescindere delle capacita degli atleti. Forza Schwazer e, se garaggerai, falli una merd@

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      04 Agosto 2016 - 00:12

      Condivido pienamente quanto da orione1950 scritto!

      Report

      Rispondi

  • zefleone

    03 Agosto 2016 - 14:02

    Alex non meriti di gareggiare per un paese delle banane, con colleghi venduti miserabilmente alla politica. Sei talmente vicino all'Austria, che io al tuo posto non ci penserei due volte. Gli italiani non ti meritano. Hai sbagliato una volta, ma sei stato capace di risollevarti con dignità senza nasconderti a differenza delle istituzioni mafiose delinquenziali. Mi auguro che tu possa partecipare.

    Report

    Rispondi

  • atreyus57

    03 Agosto 2016 - 13:01

    Forza Alex !!!!!

    Report

    Rispondi

blog