Cerca

Dentone

Ronaldinho, no al Napoli: "Sono troppo vecchio"

Ronaldinho: "La Serie A? Meglio la Liga. Per il Napoli sono un po' vecchio ma vedremo.."

"Il calcio italiano? Preferisco quello spagnolo, è più tecnico e comunque non reggo più una partita intera: mi annoio". Ronaldinho si racconta prima della Partita della pace, di cui sarà protagonista insieme a tanti big del pallone e svela: "Non farò l'allenatore, non è nelle mie corde". 

"Continuerò a fare questa vita, a giocare finché ce la farò". Non è stanco del calcio Ronaldinho, che in un'intervista a La Repubblica parla non solo del suo futuro e dell'Italia: "Ritrovo tanti amici, da Maradona a Totti. È importante aiutare gli altri, come le persone di Amatrice colpite dal terremoto. In Italia mi volete bene, è un piacere tornare qui", dice della Partita della pace voluta da Papa Francesco. "Gente come me, Totti e Del Piero nasce una volta ogni 50 anni – afferma l'ex Pallone d'oro, 36 anni – Francesco è uno dei più grandi della storia del calcio".

Il Napoli ha seriamente pensato a lui per sostituire l'infortunato Milik ma  Ronaldinho al momento preferisce glissare: "Sostituire Milik al Napoli? E' una squadra forte e mi piace molto, la città è affascinante, ma ormai sono troppo vecchio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog