Cerca

Siringoni

Clamoroso al Palio di Gualdo: il primo asino dopato della storia

1
Clamoroso al Palio di Gualdo: il primo asino dopato della storia

Non siamo a Collodi, né nel Paese dei Balocchi, stavolta la storia incredibile come una novella per bambini prende vita a Gualdo Tadino, nel cuore dell’Umbria. E alla fine uno non sa se mettersi a ridere o scuotere la testa. A distanza di un mese dalla disputa del Palio delle Porte, classica manifestazione cittadina dove i protagonisti sono i somari, UnireLab (laboratorio nazionale che si occupa delle analisi di tutte le corse equine) rivela che Cesare, l’asino del rione di Porta San Martino, è risultato positivo al doping: il primo somaro al mondo che si fa le pere per galoppare più forte. Perché il prestigioso cencio conteso in città se lo aggiudica il vincitore di quattro prove: corsa con il somaro al carretto, tiro con la fionda, tiro con l’arco e l’ultima, la più attesa e sentita, la corsa con il somaro cavalcato a pelo. Se il buon Cesare - terzo col carretto e secondo al pelo, ma dopo un mese squalificato - sia stato bombato intenzionalmente oppure abbia subito una contaminazione, è da stabilire: di certo, dopo la prima risata resta addosso un po’ di tristezza nello scoprire che anche in manifestazioni che varcano a malapena i confini regionali, e dove gli unici soldi che girano sono quelli spesi per far festa e primeggiare sull’odiato rivale, c’è sempre qualcuno che per fare il furbo poi fa la figura del somaro.

di Tommaso Lorenzini

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Skyler

    23 Ottobre 2016 - 18:06

    Ma se al Palio di Siena i cavalli vengono tutti superdopati.........

    Report

    Rispondi

media