Cerca

Siringoni

Clamoroso al Palio di Gualdo: il primo asino dopato della storia

Clamoroso al Palio di Gualdo: il primo asino dopato della storia

Non siamo a Collodi, né nel Paese dei Balocchi, stavolta la storia incredibile come una novella per bambini prende vita a Gualdo Tadino, nel cuore dell’Umbria. E alla fine uno non sa se mettersi a ridere o scuotere la testa. A distanza di un mese dalla disputa del Palio delle Porte, classica manifestazione cittadina dove i protagonisti sono i somari, UnireLab (laboratorio nazionale che si occupa delle analisi di tutte le corse equine) rivela che Cesare, l’asino del rione di Porta San Martino, è risultato positivo al doping: il primo somaro al mondo che si fa le pere per galoppare più forte. Perché il prestigioso cencio conteso in città se lo aggiudica il vincitore di quattro prove: corsa con il somaro al carretto, tiro con la fionda, tiro con l’arco e l’ultima, la più attesa e sentita, la corsa con il somaro cavalcato a pelo. Se il buon Cesare - terzo col carretto e secondo al pelo, ma dopo un mese squalificato - sia stato bombato intenzionalmente oppure abbia subito una contaminazione, è da stabilire: di certo, dopo la prima risata resta addosso un po’ di tristezza nello scoprire che anche in manifestazioni che varcano a malapena i confini regionali, e dove gli unici soldi che girano sono quelli spesi per far festa e primeggiare sull’odiato rivale, c’è sempre qualcuno che per fare il furbo poi fa la figura del somaro.

di Tommaso Lorenzini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Skyler

    23 Ottobre 2016 - 18:06

    Ma se al Palio di Siena i cavalli vengono tutti superdopati.........

    Report

    Rispondi

blog