Cerca

Special flop

Mourinho: "La mia vita a Manchester un disastro". Verso l'addio

Mourinho già stufo, pensa di lasciare Manchester: "La mia vita qua è un disastro"

Josè Mourinho si è già stufato di Manchester e medita l'addio. Lo Special One non usa mezzi termini nel definire la sua vita-United un disastro: "Per i paparazzi è fantastico. Sono lì ogni giorno, conoscono il nome dell’hotel, conoscono la marca di vestiti che mi sponsorizza. Per loro è fantastico ma per me è un disastro. Magari a volte vorrei camminare un po’ e non posso. Vorrei solo attraversare il ponte e andare al ristorante. Ma non posso e questo è davvero pessimo. Ma per fortuna ho le mie app e posso farmi portare il cibo a casa". 

Non solo questo però a turbare i pensieri di Mourinho, ma anche la mancanza della famiglia: "La realtà è che mia figlia farà 20 anni la prossima settimana, mio figlio ne farà 17 tra un paio di mesi. Sono molto stabili. Una fa l’università a Londra, l’altro gioca a calcio a Londra. Hanno gli amici. Sono in un’età per cui non mi cercano più come era prima e per questo la famiglia, per la prima volta, vive in modo diverso dal passato. Cerchiamo di gestire l’evoluzione dei nostri sentimenti e cerchiamo di rapportarci al meglio con questa nuova situazione. Ma se trovassi un buon appartamento, con un buon passaggio diretto dal garage all'appartamento, forse lo prenderei. Ma il problema resta perché non so cucinare”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog