Cerca

Palla di vetro

Milan-Inter, Collovati: "Tocca a Brozovic"

Fulvio Collovati

Domani sera per tutti sarà il derby della Madonnina, ma per il Campione del Mondo ’82, Fulvio Collovati, sarà anche il derby del cuore. Cresciuto nel settore giovanile del Milan, con cui ha vinto anche lo scudetto della Stella, passato poi all’Inter con cui ha giocato per ben quattro anni. Ecco cosa sarà il derby di Milano per l’ex difensore classe ’57.

Sarà un derby tattico o spettacolare?
«Credo che sarà un derby spettacolare. Non mi risulta che siano due squadre che possano permettersi di far prevalere la tattica. Soprattutto in fase difensiva».

Come arrivano le due milanesi al derby?
«Il Milan arriva con un terzo posto in classifica inaspettato, ma con una situazione societaria meno chiara rispetto a quella dell’Inter. Anche se questo riguarda poco i giocatori. I rossoneri stanno meglio dei nerazzurri però nel calcio contano anche le motivazioni. E forse i nerazzurri ne hanno di più. Hanno molto da dimostrare. Quindi il Milan è favorito, ma in un derby non sempre vince chi è favorito».

Da difensore a difensore, quanto peserà la più che probabile assenza di Romagnoli?
«Molto. Perché è un ragazzo che è cresciuto parecchio. Ha dimostrato grande personalità sia nel Milan che in Nazionale. In coppia con Paletta poi hanno fatto vedere una buona affinità. É il miglior difensore del Milan e la sua assenza certamente si farà sentire».

Fronte Inter. Cosa cambia con Pioli?
«Ci sarà una maggiore attenzione all’intera fase difensiva. Cambierà secondo me il centrocampo perché vorrà maggiore protezione alla difesa. Credo che rilancerà Brozovic, mentre su Kondogbia ho qualche perplessità. Essendo all’esordio penserà prima a non perdere. Quindi non penso che per il francese ci sarà spazio dato che finora non ha dimostrato affidabilità. Pioli non si può permettere di fare delle scommesse».

Per chi potrebbe essere più deleteria un’eventuale sconfitta nel derby?
«Certamente per l’Inter. Il Milan sta facendo un campionato al di là delle aspettative e perdere un derby non sarabbe così drammatico. Nel caso dell’Inter invece si tratterebbe dell’ennesimo passo falso. Con un nuovo allenatore che deve immediatamente dimostrare che quanto si dice sulla bontà della sua rosa sia vero».

Lei ha giocato in entrambi i club. Qual è il derby che ricorda con maggior piacere?
«Ho vinto tanti derby e ne ho persi altrettanti. E tutti sono bei ricordi. Forse però quello con la maglia del Milan che poi ci ha consentito di vincere lo scudetto della Stella».

Per chi farà il tifo Fulvio Collovati?
«Mi dispiace deluderla, ma io mi sono spogliato di questa rivalità da ormai molti anni. Speriamo vinca il migliore, anche se nei derby spesso non è così».

di Michele Mazzeo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog