Cerca

Corruzione

Napoli, falsa cittadinanza a calciatori professionisti: c'è anche Bruno Henrique Corsini del Palermo

7 Aprile 2017

0
Falsa cittadinanza ai calciatori brasiliani, due arresti a Napoli: coinvolto Bruno Henrique del Palermo

Nel Napoletano un giro di pratiche false per ottenere la cittadinanza italiana e il passaporto: beneficiari anche giocatori di serie A. I carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna hanno arrestato, su indicazione del gip di Nola, due persone accusate di falsità ideologica e materiale commessa da pubblico ufficiale, corruzione e favoreggiamento all'immigrazione clandestina. Gli indagati responsabili sono il titolare di un'agenzia di pratiche amministrative e il responsabile dell'Ufficio di Stato civile di un Comune nel napoletano. Dietro compenso di denaro, avevano fatto in modo che circa 300 cittadini brasiliani ottenessero la cittadinanza italiana in virtù dello ius sanguinis, senza però avere i requisiti previsti dalla legge. 

Tra i beneficiari del trucco ci sono anche giocatori di calcio militanti nelle massime divisioni dei campionati italiano, francese e portoghese, che in tal modo sono riusciti ad aggirare i vincoli di tesseramento previsti dall'attuale normativa. Tra i nomi che hanno creato maggiore scandalo spunta quello di Bruno Henrique Corsini, centrocampista di serie A del Palermo. Coinvolti nelle pratiche illegali anche il giovane talento del Monaco Gabriel Boschilia (League 1 francese) e calciatori brasiliani che giocano nell'Atletico Mineiro, nello Sporting Club International e nel Red Bull.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media