Cerca

Primavera: +40% richieste ritocchi, ma crisi spinge italiani a rate e prestiti

Salute

0
Primavera: +40% richieste ritocchi, ma crisi spinge italiani a rate e prestiti

Roma, 11 apr. (Adnkronos Salute) - Primavera, tempo di 'ritocchi'. "La stagione ideale per la chirurgia plastica sarebbe l'inverno, invece è proprio in questo periodo, e in particolare tra febbraio, marzo e aprile, che le richieste si impennano, con un +40%, complice l'avvicinarsi della prova costume. Quest'anno comunque la crisi si è fatta sentire: gli italiani prediligono i trattamenti di medicina estetica, meno invasivi ma anche meno costosi. E soprattutto aumenta il ricorso a rate, sconti e strumenti finanziari". Parola di Giulio Basoccu, chirurgo estetico responsabile della Divisione di Chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva dell'Ini (Istituto neurotraumatologico italiano).

"La crisi si fa sentire, ma la richiesta di interventi estetici è sempre molto forte, forse per una sorta di gratificazione personale in un periodo di incertezza e difficoltà generale - spiega Basoccu all'Adnkronos Salute - A pesare sulle decisioni della gente è anche, in parte, l'effetto delle notizie sulle protesi Pip: ma più che tenere lontani gli italiani dal ritocco, sembra che queste vicende li abbiano indirizzati verso un maggior controllo della qualità di materiali e operatori". Insomma, i pazienti sono più attenti e selettivi. "Contemporaneamente - prosegue - molti cercano di risparmiare, concedendosi trattamenti" più light, anche per il portafogli, "come punturine, acido ialuronico e botulino. E chiedono sconti, pagamenti a rate o ricorrono a strumenti finanziari", aggiunge il chirurgo.

Ma quali sono i ritocchi più gettonati? "Oltre ai trattamenti di medicina estetica, resistono protesi al seno, rinoplastica e liposuzione", conclude Basoccu.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media