Cerca

TERAPIA DEL DOLORE

A Crotone il ‘NienteMale Roadshow’
sul diritto alla terapia del dolore

“Negli ultimi anni si è fortemente rafforzato il messaggio e la pratica della terapia del dolore. Anche in Calabria, sia pur con i vincoli del piano di rientro, è stata attivata la rete degli hospice, che naturalmente è ancora da completare – così Michele Pacenza, delegato alla salute del presidente della Regione Calabria – Il fatto poi che la terapia del dolore faccia parte della valutazione sui livelli essenziali di assistenza (LEA), testimonia la scelta strategica di considerare tale terapia un obiettivo di civiltà”. Grande partecipazione alla seconda tappa del ‘NienteMale Roadshow’ che si è tenuta a Crotone per sensibilizzare i cittadini sul loro diritto ad accedere alla terapia del dolore, come stabilito dalla Legge 38 del 15 marzo 2010 ‘Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore’ e di informarli sulla rete di assistenza a cui possono rivolgersi per avere soluzioni contro il dolore. Il format scelto, il dibattito in teatro, moderato da Rosanna Lambertucci, ha favorito l’attenzione e il coinvolgimento del pubblico, che ha partecipato numeroso e con grande interesse all’iniziativa.

Hanno preso parte all’evento esponenti del mondo scientifico, sociale e delle istituzioni. Il dibattito si è aperto con il saluto di benvenuto di S.E. Mons. Domenico Graziani Arcivescovo di Crotone e dell’assessore alle politiche sociali del Comune di Crotone Alessia Romano ed è poi proseguito con l’intervento del commissario straordinario ASP Crotone (Azienda Sanitaria Provinciale) Sergio Arena che si è soffermato su quanto è stato già implementato a beneficio della terapia del dolore e su cosa è previsto nel prossimo futuro. Molto sentita la testimonianza di don Rino Le Pera, direttore dell’ufficio Caritas Diocesana di Crotone, che ha ribadito la vicinanza della Chiesa a coloro che sanno alleviare la sofferenza umana dal punto di vista terapeutico, ma anche morale e psicologico. Tra i presenti il presidente III commissione consiliare sanità e politiche socio-sanitarie del Comune di Crotone Vincenzo De Franco; il direttore sanitario del Presidio Ospedaliero di Crotone Angelo Carcea; la responsabile del centro terapia del dolore dell’Ospedale San Giovanni di Dio Marisa Piccirillo; il presidente di Federfarma Crotone Levino Rajani; il responsabile dell’unico Centro Hub Dolore della Regione Calabria Francesco Amato; il direttore sanitario aziendale ASP Agostino Talerico; il presidente dell'ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Crotone Enrico Ciliberto; il medico sociale della prima squadra del Crotone Calcio Antonio Marullo; il professore ordinario di anestesia, rianimazione e terapia del dolore dell’Università degli Studi di Parma Guido Fanelli che si è soffermato sulla Legge 38, considerata una legge di progresso e ‘modello’ a livello mondiale per la tutela del cittadino; il sociologo e psichiatra Paolo Crepet che ha analizzato l’impatto sociologico del dolore; la responsabile delle relazioni esterne di Pharma Angelini Tiziana Carnicelli ha ribadito l’impegno della Azienda nella ricerca e nella diffusione di informazioni relative ai diritti dei cittadini e degli ammalati.

Numerose le associazioni locali coinvolte, come la Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori (Lilt), impegnata in iniziative di educazione e prevenzione contro il cancro; l’associazione Cittadinanza Attiva, che promuove l’attivismo dei cittadini per la tutela dei diritti e il sostegno alle persone in condizioni di debolezza; l’associazione Vivere Sorridendo, dedita ad aiutare i malati affetti da tumore; il Crotone Calcio che ha voluto promuovere e supportare l’iniziativa NienteMale. Durante l’evento sono stati distribuiti questionari sull’autopercezione del dolore cronico e sulla conoscenza della Legge 38/2010. L’indagine, facoltativa, costituirà una fonte preziosa di dati da condividere con il Ministero della Salute alla conclusione del percorso di eventi, previsto a Roma il prossimo ottobre 2017

NienteMale Roadshow prevede una serie di incontri in città di provincia; L’iniziativa è realizzata con il contributo educazionale di Angelini e con il patrocinio del Ministero della Salute. “Siamo orgogliosi di sostenere un progetto importante e innovativo come NienteMale Roadshow – ha dichiarato Gianluigi Frozzi, CEO Pharma di Angelini – Questa iniziativa è un esempio concreto del valore che può esprimere la collaborazione tra istituzioni pubbliche e azienda privata nell’interesse comune a diffondere la conoscenza della Legge 38 e a sviluppare una cultura sociale della terapia del dolore. Da sempre, la lotta al dolore è una delle aree di maggiore impegno strategico di Angelini, su cui continuiamo ad investire sia nella ricerca di farmaci innovativi che con iniziative educazionali e di sensibilizzazione sull’uso corretto ed appropriato dei farmaci”.

                                  Il prossimo evento si terrà nella città di Brindisi a febbraio 2017

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog