Cerca

TRIBUNALE DEL GUSTO

“Vita da chef, sacrifici e dedizione
ma il mio mestiere mi rende felice”

17 Marzo 2017

0

Proseguiamo con le presentazioni dei membri del 'Tribunale del gusto' e questa volta conosciamo un po' meglio uno dei componenti della giuria tecnica, il preparatissimo chef Alex Brambilla del ristorante 'Piazza Repubblica', un giovane talento lombardo allievo della scuderia dello chef Sergio Mei, che mescola ad arte i piatti tipici della tradizione milanese e mediterranea con i più nobili prodotti di mare e terra.

Alex, ci vuoi raccontare com'è nata la tua passione per la cucina?

É stato grazie a mio padre che fin da piccolo mi sono reso conto di quello che sarebbe stato il mio futuro. Ogni sabato la sveglia suonava presto e si andava a fare il giro dal macellaio, dal fruttivendolo e infine dal panettiere per poi tornare a casa a preparare quelli che sarebbero stati i pasti del weekend. In questo modo mio padre mi ha trasmesso il piacere per la scelta delle materie prime e per la buona cucina di casa.

Mia madre mi ha poi insegnato il valore  della parola 'tradizione', che per me non vuol dire solo conoscere un piatto tipico di una determinata zona ma anche sentirsi legati a quel piatto da un ricordo e riviverlo mentre si mangia: il miei piatti-ricordo infatti sono proprio la busecca di mia madre o il bollito di mio padre. Ancora impazzisco a mangiarli! Sono queste le radici che mi hanno spinto a intraprendere il mestiere.

Qual è stato percorso professionale che ti ha portato a lavorare come chef a 'Piazza Repubblica'?

Mi sono iscritto all'istituto alberghiero Carlo Porta e sin dalla prima estate, mentre i miei amici si divertivano, io ho fatto la prima esperienza in un ristorantino del paese capendo ben presto i sacrifici e la dedizione che ci sarebbero voluti per questo lavoro. Ho proseguito la mia esperienza al terzo anno di scuola al 'Four Seasons' di Milano sotto la guida dello chef Sergio Mei. Nei due anni finali ho lavorato per alcuni catering d'alto livello per poi approdare al ristorante Piazza Repubblica dove ho iniziato come stagista fin ad arrivare ad esserne lo chef. Ancora adesso sono felice di quello che faccio e cerco ogni volta di trasmettere nei miei piatti la passione e la gioia per questo lavoro! (MATILDE SCUDERI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media