Cerca

TRIBUNALE DEL GUSTO

La giuria del 'Tribunale del gusto'
“Finalmente c’è il primo verdetto”

0

L'attesa è finita e possiamo finalmente conoscere il primo vincitore della sfida del 'Tribunale del gusto': si tratta di Roberto Leopardi, foodbloogger di Vimercate giovanissimo che è riuscito a conquistare la giuria con un ingrediente semplice come l'uovo usato in modo davvero originale. Il primo verdetto del Tribunale ha decretato che la ricetta del mese è il suo delizioso antipasto, tuorli d'uovo impanati e fritti su un letto di cime di rapa piccanti. Il piatto di Roberto è riuscito a coniugare la semplicità degli ingredienti con una originalità vincente e il suo creatore ha dimostrato la tecnica necessaria per maneggiare i tuorli e renderli croccanti fuori ma cremosi e morbidi all'interno, creando al contempo una pietanza che si presta benissimo a degli impiattamenti d'effetto e gratificando al tempo stesso gli occhi e il palato. Questi deliziosi tuorli d'uovo - avvolti un mix di pan grattato e farina di mais e poi fritti - si potrebbero abbinare con facilità a molti altri ingredienti, ma anche in questo caso il nostro cuoco del mese ci ha convinto proponendo di servirli accompagnati da cime di rapa insaporite in padella con alici aglio e peperoncino, e poi guarniti con yogurt greco, ravanelli e granella di noci creando in questo modo una giustapposizione di texture davvero intrigante all'interno del piatto. Roberto potrà ricevere i complimenti della giuria dal vivo durante un pranzo che gli verrà offerto nel ristorante milanese 'Piazza Repubblica' mentre voi potete trovare questa e altre ricette sul suo blog personale 'Red tomato - passione rossa in cucina' che troverete online all'indirizzo  http://blog.giallozafferano.it/redtomato. Ed ecco la preparazione di questo fantastico antipasto:

Ingredienti per 4 persone:

-uova fresche 4

-farina di mais 60g

-pan grattato 60g

-olio per friggere qb

-cime di rapa già pulite 200g

-aglio 2 spicchi

-filetti di alici sott’olio 8

-olio extravergine di oliva qb

-sale grosso 1 pizzico

-acqua qb

-peperoncino piccante 1

-yogurt greco bianco 4 cucchiai

-rapanelli 4

-sale fino, pepe qb

-granella di nocciole qb

Procedimento

In un piatto fondo, mescolate il pan grattato con la farina di mais in modo da uniformare il tutto e formate 4 incavi. Separate il tuorlo dall’albume e adagiatelo nella panatura coprendolo completamente. Ripetete l’operazione con il resto delle uova. Ponetele in frigorifero per 3/4 ore. In una pentola, portate a bollore dell’acqua leggermente salata. Gettate le cime di rapa precedentemente mondate e lavate e fatele cuocere per 15 minuti. Nel frattempo, in una padella ambia scaldate 2 cucchiai d’olio extravergine d'oliva. Fate sciogliere i filetti di alici. Rosolate poi aglio e peperoncino finemente tritati a coltello. Scolate la verdura e raffreddatela sotto un getto d’acqua. Strizzatela per bene in modo da far perdere il liquido in eccesso. Mettetela nella padella con il condimento e fate insaporire per 10 minuti circa. Regolate di sale e pepe. Togliete il piatto dal frigorifero, prelevate il tuorlo e con molta delicatezza tuffatelo in abbondante olio bollente. Friggete per 30 secondi: l’interno risulterà cremoso e formerà una crosta croccante e dorata. Estraetelo con una schiumarola e ponetelo su carta assorbente da cucina. Procediamo ora alla parte più creativa del piatto, l’assemblaggio. Create un fondo con le cime di rapa, adagiate il tuorlo salandolo in superficie. Guarnite poi con i ravanelli tagliati a fettine sottili e conditi con un filo d’olio evo, lo yogurt greco (1 cucchiaio per ogni commensale) e la granella di noci.

Volete essere voi i prossimi vincitori del 'Tribunale del gusto' per vedere le vostre creazioni pubblicate su 'Libero' e pranzare insieme alla nostra giuria nell'esclusivo ristorante 'Piazza Repubblica' di Milano? Mandateci le vostre ricette all'indirizzo mail [email protected] oppure sulla nostra pagina facebook 'Tribunale del gusto', dove inoltre troverete i nostri aggiornamenti e tutti i dettagli  della ricetta del mese. Se non avete vinto questo mese non disperate: il Tribunale la prossima volta potrebbe scegliere la vostra ricetta!

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media