Cerca

GIORNATA NAZIONALE CONTRO LEUCEMIE, LINFOMI E MIELOMA

Beat leukemia festeggia 10 anni
finanzia la medicina personalizzata

0

Si celebra oggi la 'Giornata nazionale contro leucemie linfomi e mieloma' e il forum di discussione online 'Beat leukemia' festeggia 10 anni di attività sul social più popolare del web, facebook. Quale occasione migliore dunque per accendere i riflettori sull'importanza di una corretta informazione sulla cura delle malattie del sangue e sulla necessità di rendere partecipe il grande pubblico dei progressi fatti nelle ricerca scientifica e nella creazione di nuovi percorsi terapeutici, trai quali la 'medicina personalizzata'. Proprio questo tipo di approccio è al centro del progetto Relab finanziato da 'Beat leukemia' in collaborazione con Rete ematologica lombarda (Rel), un network regionale di centri ematologici di eccellenza, in partnership con industrie di settore e multinazionali farmaceutiche per lo sviluppo di sistemi diagnostici avanzati e di trattamenti innovativi per i pazienti con tumori del ematologiche. “In collaborazione con la Rete ematologica lombarda stiamo realizzando un sistema di diagnosi personalizzata nelle leucemie – racconta Michele Cevenini, presidente di 'Beat leukemia' e fratello di Alex Cevenini, fondatore del forum - cosicché ogni paziente possa avere al momento della prognosi la migliore cura personalizzata per il suo tipo di malattia con un potenziale massimo di possibilità di guarigione e minori effetti collaterali possibili: sono già stati stanziati e parzialmente erogati 150mila euro”

Relab ha in dotazione tutti i macchinari più avanzati per l’analisi del genoma e in questi ultimi due anni ha inviato giovani ricercatori nel mondo (Germania, Stati Uniti) per sviluppare piattaforme innovative ad elevata tecnologia per la caratterizzazione molecolare dei tumori del sangue con particolare riferimento alle leucemie acute, patologie ad elevato impatto sanitario e sociale. L’implementazione clinica dello studio del genoma nelle neoplasie ematologiche faciliterà l’accesso a trattamenti innovativi con farmaci a bersaglio molecolare ed è atteso avere un impatto rilevante nel miglioramento della sopravvivenza dei pazienti. I test vengono eseguiti secondo metodiche ad elevata sensibilità, alto grado di standardizzazione e costo contenuto, e i risultati vengono inviati al medico richiedente in tempi certi e rispettosi delle necessità cliniche del paziente. La 'linfa' di Relab è una piattaforma informatica sviluppata dall’Università di Harvard, di cui l’Università di Pavia è partner. Il programma si chiama Informatics for integrating biology and the bedside (I2b2) ed è stato scelto dall’ex presidente Obama per il programma di medicina personalizzata negli Stati Uniti. Questa struttura bioinformatica rende immediatamente gestibili quantità infinite di dati — come quelli che derivano dall’analisi del genoma del tumore nel singolo paziente, altrimenti inutilizzabili clinicamente. Con ospedale Policlinico, San Raffaele di Milano e San Matteo di Pavia 'Beat leukemia' sta inoltre avviando un progetto di ricerca per indagare le possibili cause della leucemia; al riguardo sono già stati stanziati 22mila euro. A questi si aggiunge un progetto di ricerca per 22.500 euro che ha come focus la leucemia dei bambini che si svolgerà presso i laboratori della fondazione Tettamanti nell’Ospedale San Gerardo di Monza. (MATILDE SCUDERI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media