Cerca

RICERCA E SVILUPPO

“Soddisfare i bisogni della gente”
Tour al cuore di Johnson&Johnson

Decine di giornalisti da tutta Europa incontrano il management della multinazionale per conoscerne i metodi e le strategie operative e i prossimi prodotti della ricerca più innovativa

0
Janssen Biologics a Leiden

Janssen Biologics a Leiden

Entrare ‘dentro’ Johnson & Johnson, nel senso più vero del termine. Decine di giornalisti provenienti da numerosi paesi europei – dall’Italia alla Francia, dal Belgio all’Inghilterra, dalla Germania alla Spagna fino alla  Russia – hanno trascorso un’intera giornata a Leiden, in Olanda, gomito a gomito con i manager dell’azienda e visitato i laboratori più sofisticati di Janssen, la ‘costola’ farmaceutica di J&J, per comprendere a fondo le politiche che muovono l’azione del colosso americano. Un colosso che opera in tre settori: quello consumer - da tutti conosciuto per i prodotti baby e beauty, della salute orale e femminile, dei prodotti da banco e per la cura delle ferite – e quelli più specialistici della farmaceutica e dei device medicali, con oltre 130 mila dipendenti in tutto il mondo, di cui tremila solo in Italia. Un viaggio all’interno dei laboratori più all’avanguardia - dove ad esempio progrediscono i programmi per i vaccini terapeutici contro l’Hiv – ma soprattutto un ‘faccia a faccia’ con i drigenti dell’azienda per un confronto aperto sui ‘metodi operativi’ e le strategie di approccio ai mercati e ai pazienti. E proprio questo ultimo punto ha rivelato un atteggiamento aziendale a dir poco innovativo: mai pretendere di modificare le abitudini imponendo il proprio ‘credo’ sugli usi locali ma impegnarsi ad interpretare i bisogni della popolazione, paese per paese, e dedicarsi al loro soddisfacimento. Vendere, certo – perché questo è il core business delle aziende – ma individuando i bisogni e i desiderata di ogni area e impegnandosi  a soddisfarli con sempre nuove proposte.

Innovazione, una realtà concreta. “Innovazione significa per Johnson&Johnson Medical offrire soluzioni che producono valore e che consentono agli operatori sanitario di trattare più pazienti con risultati migliori, migliorare il medio percorso del paziente e ridurre al contempo i costi – sottolinea Anna Citarrella, responsabile Comunicazione e Public Affairs per l’Europa Medio Oriente ed Africa di Johnson&Johnson Medical - Innovazione per Johnson&Johnson Medical è co-creare soluzioni per migliorare la qualità della vita dei pazienti: questo avviene grazie alla costante partnership con la comunità scientifica, attraverso la collaborazione con altre aziende (l’anno scorso è stata annunciata la partnership tra Ethicon e Verb Surgical per studiare l’approccio chirurgico del prossimo futuro) o attraverso incubatori di ricerca come avviene negli Innovation Centre, che in Europa si trova a Londra. E proprio nel settore dei dispositivi medici stiamo espandendo il nostro raggio di azione nell’ambito dell’innovazione attraverso una iniziativa legata all’Innovation Centre di Londra. Abbiamo recentemente costituito l’European Innovation Council per i dispositivi medici – aggiunge Simon Sinclair, Medical Affairs leader Europa Medio Oriente ed Africa di Johnnson&Johnson Medical – composto da Innovation Director che interagiranno con importanti Innovation Hub per lo sviluppo di tecnologie innovative nell’ambito dei dispositivi medici. Questa struttura sarà inoltre in grado di lavorare insieme a chirurghi, istituzioni accademiche e anche start-up per sviluppare le loro idee e le loro soluzioni per curare sempre più pazienti nel mondo e in Europa”. (MARTINA BOSSI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media