Cerca

TIME TO VACCINATE

Anche all'animale servono vaccini
per proteggerlo da gravi patologie

Msd Animal Health lancia in Europa un programma per spiegare agli allevatori i vantaggi della vaccinazione del bestiame e incentivarli a prevenire le malattie infattive invece di curarle

0
Anche all'animale servono vaccini per proteggerlo da gravi patologie

La salute del bestiame di allevamento al centro di un programma lanciato negli scorsi giorni in Europa da Msd animal health, 'Time to vaccinate', che punta i riflettori sulla necessità di vaccinare le mandrie per avere animali più sani e ridurre l'uso di antibiotici. Ebbene sì, anche per quanto riguarda gli allevamenti, le vaccinazioni sono un elemento fondamentale per ridurre la gravità e la frequenza delle malattie infettive e quindi a ridurre la necessità di usare farmaci per il trattamento delle infezioni. “Siamo entusiasti di presentare 'Time to vaccinate', un’iniziativa che intende mettere a confronto gli allevatori che vogliono saperne di più su un approccio preventivo per gestire i loro allevamenti, con gli allevatori che utilizzano un protocollo di vaccinazione nelle loro aziende agricole -  ha dichiarato Klaas Okkinga, direttore marketing di Global ruminants biologicals - mantenere gli animali in salute è al centro di tutto quello che facciamo in Msd animal health e creare connessioni peer-to-peer è essenziale nell'apprendimento”. Nonostante le informazioni che mostrano i benefici della vaccinazione come parte integrante di un piano preventivo, gli allevatori spesso aspettano fino alla comparsa della malattia per vaccinare.

L'obiettivo dell'iniziativa 'Time to Vaccinate' è quello di spostare l'attenzione degli allevatori dal rendere gli animali sani al mantenerli sani, insomma dalla cura alla prevenzione. Aumentare il tasso di vaccinazione e quindi l’immunità contro i patogeni cui vitelli e bovini adulti sono generalmente esposti, consente una salute generale e benessere degli animali. "I vaccini sono strumenti indispensabili per prevenire malattie infettive potenzialmente pericolose e mantenere il benessere degli animali - spiega il dottor Catharina Berge, del Berge veterinarian consulting afferente alla British veterinary behaviour association (Bvba) - Oggi, solo il 20 per cento circa degli allevatori europei vaccina per alcune delle malattie più comuni identificate nelle aziende agricole”. Il programma, che esorta gli allevatori a condividere le proprie storie sulla gestione delle patologie, si svilupperà in vari paesi europei durante tutto l'anno. Testimonianze, corsi di formazione e connessioni in tempo reale suggeriranno un nuovo modo di pensare a molti allevatori, al contempo dando loro la possibilità di apprendere da colleghi che sanno esattamente cosa serve per mantenere le mandrie in salute. Maggiori informazioni sul progetto 'Time to vaccinate' sono disponibili sul sito www.timetovaccinate.com. (MATILDE SCUDERI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media