Cerca

MADRID. SPECIALE ESMO 2017

Esmo: su durvalumab di AstraZeneca
nuovi dati per il tumore del polmone

Gli studi internazionali che saranno presentati sabato all’ESMO confermano progressi importanti rispetto alle terapie standard peri pazienti affetti da questa patologia. E non solo nel tumore del polmone

0
Esmo: su durvalumab di AstraZenecanuovi dati per il tumore del polmone

Al congresso della Società Europea di Oncologia Medica, (ESMO) 2017 che si terrà a Madrid fino a martedì 12 settembre, AstraZeneca e MedImmune, la sua divisione di ricerca e sviluppo biologico, presenteranno i risultati dei loro studi in più di 40 presentazioni, tra cui due importanti studi clinici che hanno dimostrato miglioramenti significativi rispetto agli attuali trattamenti standard nel tumore al polmone, durante il simposio presidenziale, sabato 9 settembre:

  • I risultati dello studio di Fase III PACIFIC hanno dimostrato un beneficio statisticamente significativo e clinicamente rilevante in termini di sopravvivenza libera da progressione (PFS) nei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule, localmente avanzato (Stadio III) non resecabile, che hanno ricevuto il trattamento standard di radiochemioterapia, un setting clinico dove attualmente non ci sono trattamenti approvati.
  • I risultati dello studio FLAURA di Fase III hanno dimostrato un beneficio statisticamente significativo e clinicamente rilevante in termini di sopravvivenza libera da progressione (PFS) di osimertinib, rispetto allo standard di cura attuale con erlotinib e gefitinib, nel trattamento di prima linea dei pazienti precedentemente non trattati con tumore al polmone non a piccole cellule localmente avanzato o metastatico positivo per la mutazione del recettore del fattore di crescita dell’epidermide (EFGRm).
     

Jamie Freedman, executive vice president, head della business unit Oncologia di AstraZeneca, ha dichiarato: “La superiorità del trattamento di prima linea con osimertinib nello studio FLAURA e i potenziali dati di durvalumab dello studio PACIFIC rinforzano il nostro importante contributo nello sviluppo di farmaci per i pazienti con tumore al polmone che si trovano in stadi diversi. Siamo inoltre orgogliosi di condividere con la comunità medica i nostri progressi per andare incontro ai bisogni dei pazienti con altri tipi di tumori difficili da trattare, inclusi quelli dell’ovaio in stadio avanzato, della mammella e del distretto testa collo”. Oltre alle due presentazioni durante il simposio presidenziale, i dati che saranno presentati all’ESMO dimostrano il forte impegno di AstraZeneca di sviluppare trattamenti innovativi per il tumore al polmone:

  • I dati di sopravvivenza globale di osimertinib dallo studio AURA di Fase II nei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule avanzato, positivo per la mutazione T790M dell’EGFR (Abstract #1348P)
  • I dati di PFS e le risposte a livello del sistema nervoso centrale (CNS) di osimertinib nei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule positivo per la mutazione T790M dell’EGFR nella regione dell’Asia del Pacifico (AURA17) (Abstracts #1331P, 1353P e 1354P)
     

AstraZeneca nell’ambito dei tumori femminili. I dati emergenti degli studi su olaparib, fulvestrant, nuovi potenziali farmaci e combinazioni nell’ambito dei tumori femminili, includeranno:

  • I dati più recenti relativi all’efficacia e alla qualità di vita dello sudio di Fase III OlympiAD di olaparib rispetto alla chemioterapia nei pazienti con tumore alla mammella metastatico HER2-negativo e mutazione germinale BRCA (Abstract #243PD e 290P)
  • I dati dello studio di Fase III del SOLO-2 sulla terapia di mantenimento con olaparib per le pazienti con carcinoma ovarico platino sensibile recidivato (Abstract #932PD)
     

I trattamenti del tumore testa-collo. AstraZeneca presenterà maggiori evidenze sull’efficacia e la sicurezza di durvalumab e le potenzialità della sua strategia di combinazione nell’ambito del tumore del distretto testa collo, incluse le presentazioni orali su:

  • I dati preliminari dello studio di Fase II HAWK su durvalumab nel carcinoma a cellule squamose del distretto testa collo (HNSCC) ricorrente/metastatico (Abstract #10420).
  • La sicurezza, la tollerabilità e l’attività anti-tumorale nello studio SCORES di Fase Ib/II su durvalumab in combinazione con l’inibitore di STAT3, AZD9150, o l’inibitore di CXCR2, AZD5069 nei pazienti con HNSCC (Abstract #1049PD)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media