Cerca

CAMBI AL VERTICE

LEOPharma Italia: Pozzolini
sarà il nuovo ‘Country Lead’

Dal 18 settembre Paolo Pozzolini è subentrato a Paolo Cionini, di recente promosso vicepresident Cluster Europe South LEO Pharma, dell’azienda danese leader in dermatologia a livello globale

0
Paolo Pozzolini, nuovo County -lead di LEOPharma Italia

Paolo Pozzolini, nuovo County -lead di LEOPharma Italia

Cambio al vertice di LEOPharma Italia, affiliata dell’azienda danese leader in dermatologia a livello globale: dal 18 settembre Paolo Pozzolini ricoprirà il ruolo di Country Lead, subentrando a Paolo Cionini, che ha guidato l’azienda sin dall’apertura della sede italiana, nel 2012, e che recentemente è stato promosso vicepresident Cluster Europe South LEO Pharma (Italia, Spagna, Portogallo e Grecia). La nomina di Pozzolini completa la serie di avvicendamenti seguiti alla riorganizzazione strutturale che ha coinvolto LEOPharma a livello globale, e in particolare in Europa, basata sulla creazione di cluster o macro-aree tra affiliate omogenee per uniformare le strategie, snellire l’organizzazione e armonizzare le best practicee le migliori competenze espresse dalle sedi nazionali.

Pozzolini, classe ‘62, proviene da Amgen, dove ricopriva la carica di direttore della Business Unit General Medicine, e vanta una solida esperienza nel settore farmaceutico: dopo la laurea in Farmacia all’Università di Pisa, ha iniziato la sua carriera come product specialist in UCB. Ha poi lavorato in Eli Lilly ricoprendo differenti ruoli all’interno della direzione medica e marketing, assumendo anche incarichi internazionali, e creando la funzione di pricing, per passare nel 2005 in Bristol Myers Squibb, dove si è occupato di market access nel ruolo di Key Account Director prima e, successivamente, di Direttore Affari Istituzionali a livello nazionale e regionale. “Sono onorato di poter guidare un’azienda innovativa e dinamica come LEO Pharma Italia, che, da qui ai prossimi anni, potrà mettere a disposizione dei pazienti importanti soluzioni terapeutiche per il trattamento di patologie della pelle, portando considerevoli innovazioni nel campo dermatologico – afferma Pozzolini – Il mio obiettivo è quello di continuare a far crescere l’affiliata italiana avvalendomi di un team di professionisti già consolidato e alimentando sempre di più la partnership con l’universo dermatologico italiano, per migliorare la qualità di vita di tutti i pazienti che soffrono di patologie della cute”.

LEO Pharma, realtà globale della dermatologia, impiega oltre 5 mila dipendenti ed è presente coni propri prodotti in più di 100 Paesi. Di recente, attraverso partnership e acquisizioni, LEOPharma ha ampliato significativamente il proprio portafoglio. Oggi, infatti, può offrire soluzioni terapeutiche per le forme da lieve a grave di psoriasi e dermatite atopica, oltre a mettere a disposizione dei pazienti trattamenti perle infezioni cutanee e per la cheratosi attinica, un tumore della pelle non melanoma. (EUGENIA SERMONTI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media