Cerca

VACCINO ANTINFLUENZALE

Arriva il nuovo quadrivalente
per l’influenza di quest’inverno

Disponibile anche in Italia il vaccino antinfluenzale di sanofi vaxigrip tetra per la stagione 2017/2018 che porta la copertura da 3 a 4 ceppi di virus in linea con le raccomandazioni OMS

0
Arriva il nuovo quadrivalente per l’influenza di quest’inverno

Con l’introduzione di un ulteriore ceppo B si allarga la copertura antinfluenzale del vaccino Vaxigrip di Sanofi Pasteur: il nuovo vaccino Vaxigrip Tetra aggiunge ai due ceppi A (A/H1N1 e A/H3N2) e all’unico ceppo B (B/Victoria o B/Yamagata) inclusi nella maggior parte dei vaccini antinfluenzali ad oggi disponibili. La trasformazione da trivalente a quadrivalente, in questo caso per la prossima stagione 2017/2018 con l’introduzione del virus B/Phuket/3073/2013-Yamagata lineage, rappresenta un passo avanti molto atteso dalla comunità scientifica in quanto la raccomandazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) all’ampliamento ha richiesto un’attenta valutazione dell’epidemiologia dell’influenza nei suoi sviluppi più recenti. Secondo le stime dell'Oms, infatti, i tassi d’incidenza annuali dell’ influenza ammontano globalmente al 5-10 per cento negli adulti e al 20-30 per cento nei bambini. Sono inoltre da 3 a 5 milioni annualmente nel mondo i casi in cui la malattia si presenta con particolare virulenza e provoca da 250 a 500 mila decessi. Per quanto riguarda l’Italia l’Istituto superiore di sanità (Iss) riporta che nella stagione 2016-2017sono stati circa 5,5 milioni gli italiani costretti a letto dall’influenza, con un’incidenza di 93 casi per mille abitanti.

Secondo gli esperti la nuova stagione influenzale dovrebbe essere di media entità, con non meno di cinque milioni di casi. Ciononostante ogni anno i due diversi ceppi di influenza B circolano liberamente nel mondo in proporzione e misura non prevedibile di zona in zona. Solo in Europa nel 2015 il 92 per cento dei casi documentati di influenza erano causati dal ceppo B/Victoria, che non era incluso nel vaccino antinfluenzale trivalente. Secondo le nuove direttive dell’OMS, “i vaccini antinfluenzali quadrivalenti potrebbero fornire protezione più ampia contro i virus dell'influenza di tipo B, stanno diventando disponibili e le raccomandazioni, quindi, non saranno limitate ai vaccini trivalenti”. In base a stime di salute pubblica, con l'utilizzo del vaccino quadrivalente al posto di quello trivalente, potremmo ottenere, in poco più di dieci anni in Europa, un ulteriore riduzione di 1.6 milioni di casi, 37.300 ricoveri e 14.800 decessi correlati all'influenza. Mario Merlo, general manager Sanofi Pasteur Italia e Malta segnala che l’azienda sta prontamente “lavorando per convertire progressivamente tutto il portfolio di vaccini antinfluenzali da trivalente a quadrivalente”.

L’innovazione scientifica e la ricerca tuttavia non bastano a diffondere nella società civile la cultura del vaccino che fa parte integrante della cultura della prevenzione Per questo occorre tenere vivo il dialogo, tra aziende, istituzioni e cittadini sull’importanza di vaccinarsi per tutelare la salute. Sanofi Pasteur ha dato quindi il proprio contributo incondizionato per due incontri previsti ad ottobre a Roma:

·      Mercoledì 11 ottobre, alle ore 10 presso la Sala Zuccari del Senato della Repubblica col titolo ‘La vaccinazione antinfluenzale nel nuovo assetto demografico: il punto di vista dei cittadini’ sarà presentata la ricerca della Fondazione Censis sulla vaccinazione antinfluenzale nella popolazione e seguirà una tavola rotonda con la presenza delle principali autorità sanitarie nazionali.

·      Venerdì 13 ottobre, alle ore 13 al Centro Congressi dell’Università Cattolica di Roma (sede della X edizione del Congresso Sihta) si terrà una conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “Il valore della vaccinazione antinfluenzale: priorità e azioni complete per aumentare le coperture” realizzata da The European House-Ambrosetti con il contributo incondizionato di Sanofi Pasteur. (MARTINA BOSSI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media