Cerca

SOCIETÀ SCIENTIFICHE

“Ecco i prossimi appuntamenti
dei gastroenterologi della Sige”

Intervista con Domenico Alvaro (nella foto), ordinario di gastroenterologia, Università di Roma ‘La Sapienza’, neo presidente della Società italiana di gastroenterologia ed endoscopia digestiva Sige

5 Aprile 2018

0
Professor Domenico Alvaro, presidente Sige

Professor Domenico Alvaro, presidente Sige

Professore, quali i primi impegni che l’aspettano, come neo-presidente dei gastroenterologi della Sige?

Due momenti importanti ci attendono, come gastroenterologi: il primo riguarda la procedura per l’accreditamento delle società scientifiche che il ministero della salute ha attivato. Tutte le società scientifiche hanno presentato la domanda d’accreditamento, e come gli altri siamo tutti in attesa che il ministero pubblichi l’elenco delle accreditate, che saranno le uniche a poter pubblicare linee guida per pazienti, utenti, studenti o specializzandi.

Con quali conseguenze pratiche per voi?

Questo comporterà che solamente le società scientifiche che hanno le caratteristiche previste dal ministero potranno sopravvivere, e scompariranno i piccoli ‘gruppetti’ minori.

E il secondo ‘impegno’ cui sarà chiamato a far fronte?

Il secondo grande passaggio riguarda l’accreditamento delle scuole di specializzazione: il Ministero dell’istruzione, Università e ricerca (Miur) prevede di dare una sorta di ‘patentino’ solo alle scuole di specializzazione che siano provviste di tutte le caratteristiche necessarie per formare gli specializzandi in maniera adeguate. Il che costringerà le scuole di specializzazione a costituire delle ‘reti’ coinvolgendo gli ospedali, i soli in grado di fornire strutture adeguate alla formazione degli specializzandi.

Un cambio di rotta importante

Addio, quindi, agli annosi conflitti università-ospedale: da oggi si ‘deve’ collaborare perché gli specializzandi sono una risorsa sia per l’attività assistenziale quotidiana che per il nostro futuro.

E per quanto riguarda il suo programma di presidente?

Uno dei punti del mio programma è che la gastroenterologia acquisti un ruolo sempre più importante nel campo della nutrizione e nella corretta alimentazione, dove ancora ci sono troppi messaggi impropri». (ANDREA SERMONTI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media