Cerca

L'evento

SPS Italia, a Parma la fiera italiana dell'automazione industriale

Dal 21 al 23 maggio: 500 espositori distribuiti su quasi 40mila metri quadri. Le tavole rotonde rinnovano il formato dei convegni

SPS Italia, a Parma la fiera italiana dell'automazione industriale

 

Al via la terza edizione di SPS IPC Drives Italia, la fiera italiana dell'automazione industriale, un punto di riferimento per l'intero settore. Prodotti, soluzioni e idee in fiera a Parma, dal 21 al 23 maggio. I numeri: oltre 500 espositori e circa 40mila metri quadri, cifre quasi raddoppiate rispetto all'edizione dell'anno precedente. Accanto a un padiglione espositivo con tutte le principali aziende del settore si svilupperanno i progetti speciali "Linking University" e "System Integrator on Demand". Quest'anno SPS Italia focalizza l'attenzione sugli studenti, che avranno la possibilità di partecipare alla manifestazione seguendo vere e proprie "Lezioni in Fiera". Il focus della fiera 2013 è il "Food & Beverage", comparto industriale fondamentale sia per le tecnologie utilizzate sia per le dimensioni, che rappresenterà il "fil rouge", ossia il collante tra le singole iniziative e i diversi attori all'interno della manifestazione. Il "Food & Beverage" animerà anche l'ultima tavola rotonda dell'avvenimento. Rispetto alle passate edizioni è stato rinnovato il programma dei convegni: attraverso il format delle tavole rotonde, Sps mira a creare maggiore coinvolgimento e ad offrire spunti e soluzioni sui temi di maggiore interesse. 

Di seguito il programma di Sps Ipc Drives Italia

Si parte il 21 maggio con “Gli scenari futuri dell’automazione” convegno durante il quale saranno trattati temi di grande attualità e interesse legati alle dinamiche del mercato italiano. In questa occasione verranno presentati i dati della ricerca condotta dal Consorzio Aaster del Professor Bonomi dal titolo “L’automazione e il Re-made in Italy” e i dati di settore di AssoAutomazione. A seguire la tavola rotonda “Scenari Futuri dell'Automazione: Parola d’ordine – re-industrializzazione” a cui siederanno espositori, accademici e rappresentati di piccole eccellenze italiane e parleranno di: green economy e fabbrica del futuro; taylorismo e tailor-made; università e lavoro; capitalismo di territorio e reti.

Il 22 maggio sarà la giornata dedicata alle tecnologie attuali e nascenti. La mattina, il tema è “Internet of Things, Tecnologie Wireless, Cloud Computing, Automazione”. Ne parlano: Giambattista Gruosso del Politecnico di Milano, Micaela Caserza Magro dell’Università di Genova ed esponenti di Steute, Balluff Automation, consorzio Can in Automation, Rittal e Wiicom. Intervengono come utilizzatori Fameccanica.Data, Ferrero, I.M.A. e Mmd It - Merck Sharp & Dohme.

Il 22 maggio, nel pomeriggio, si discuterà di “Sistemi di Progettazione e Simulazione”. Ne parlano Cesare Fantuzzi dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Andrea Bettoni del SUPSI - Istituto Sistemi e Tecnologie per la Produzione Sostenibile e rappresentanti di Siemens, Panasonic Electric Works, Schneider Electric, B&R Automazione Industriale, Rockwell Automation, Prometeo e Lenze. Interverranno in veste di utilizzatori rappresentanti di Biesse, Elsag-Finmeccanica, Ocme e Salvagnini.

Il 23 maggio, in mattinata, infine il tema sarà “Processi produttivi nell’industria alimentare: l’automazione per accrescere efficienza, produttività, sicurezza, tracciabilità, servizio e qualità”. Moderatore della Tavola Rotonda sarà ancora Aldo Bonomi dell’Istituto di Ricerca Aaster che per l’occasione realizzerà un documento di sintesi legato al settore dell’automazione industriale con un focus particolare sul settore Food&Beverage. Ai tavoli siederanno come fornitori di tecnologia Abb, Beckhoff, B&R, Gefran, Heidenhain Italiana, Mitsubishi, Omron, Phoenix Contact, Rittal, Rockwell, Schneider, Sew Eurodrive, Wonderware. Dal lato utilizzatori ci saranno invece Alce Nero, Acqua Sangemini, Bonduelle, Coopbox, Goglio, Gruppo Gelati, Heinz-Plasmon Italia, Ima, Lavazza, Orogel, Sealed Air. La partecipazione alla manifestazione è gratuita e permette di accedere gratuitamente a tutte le iniziative delle tre giornate di fiera. Per accedere alla fiera è necessario registrarsi sulla home page di www-sps-italia.net.

 

Fiera di Parma, Parma, Emilia Romagna, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog