Cerca

Guida alla prevenzione

Tumore, ecco tutti i segnali del tuo corpo che non devi sottovalutare

3
Cancro, ecco i sintomi da non sottovalutare

Statisticamente gli uomini risultano evitare i regolari controlli medici, fondamentali per la prevenzione delle gravi patologie. L'autopalpazione è importantissima, per esempio: non solo le donne, infatti, possono contrarre un cancro al seno. È necessario che anche gli uomini facciano attenzione a segni come le increspature della pelle o la retrazione del capezzolo, oppure il suo arrossamento. Ma non solo. Sono diversi i segnali che il nostro fisico ci manda per avvisarci del pericolo di un tumore. Di seguito, li elenchiamo.

Una delle forme di cancro più comuni è quella ai testicoli. Ne soffrono in genere gli uomini tra i 20 e i 39 anni. Bisogna esaminare frequentemente i testicoli e la loro sensibilità. Se si verificano gonfiori, noduli duri o una sensazione di pesantezza si invita a consultare immediatamente il medico.

Un campanello di allarme comune a più forme di tumore è il gonfiore dei linfonodi. È importante palpare le zone del collo e delle ascelle per determinare che i linfonodi siano sempre della stessa dimensione. Alcune casi di tumore si manifestano attraverso picchi frequenti di febbre alta, soprattutto nella fase avanzata della malattia. Anche la tosse persistente, che dura da più di tre settimane, deve mettere il paziente in allarme.

Se si perde più del 10% del peso corporeo nell'arco di tre mesi è consigliabile contattare il medico. Il tumore al pancreas può causare ittero, feci grigie, urine scure e prurito su tutto il corpo, ma anche un forte dolore allo stomaco e una costante sensazione di infelicità. Ma non è tutto, la stanchezza è un sintomo da non trascurare. Può indicare la presenza di leucemia, cancro al colon e allo stomaco.

E' consigliabile fare un frequente controllo dei nei, perché il loro cambiamento di forma o pigmentazione può indicare la presenza di un melanoma. Fra gli altri sintomi a cui prestare attenzione sono da annoverare la presenza di tracce di sangue quando si tossisce, o nelle feci e nelle urine. Ma anche la comparsa di macchie bianche all'interno della bocca e sulla lingua. La deglutizione, la tosse e il senso di soffocamento, nonché le difficoltà nella digestione possono essere segnali di un cancro alla gola o all'esofago.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    capitanuncino

    13 Luglio 2017 - 12:12

    A me non me ne frega niente.Quando mi verrà qualcosa amen.

    Report

    Rispondi

    • Dida73

      18 Luglio 2017 - 12:12

      Hai ragione. Non serve stressarsi. Quando è la tua ora te ne vai...punto.

      Report

      Rispondi

  • patriziabellini

    12 Luglio 2017 - 00:12

    Meglio non controllare niente per evitare di arrivare a 90 anni con l'Alzheimer, che è la cosa più devastante che possa capitare all'essere umano e a chi gli sta vicino. Questa naturalmente è una mia personalissima convinzione

    Report

    Rispondi

media