Cerca

curiosità

Sesso, ecco l'origine della posizione del missionario. E non solo...

1
Sesso, ecco quali sono le origini dei nomi delle posizioni e quali erano le regole erotiche degli antichi

La curiosità in ambito sessuale è pressoché infinita. Tralasciando il celeberrimo Kama Sutra, sono stati studiati vari testi di carattere erotico anche in Occidente. Fra i primi troviamo un trattato della poetessa greca del V secolo, Elefantide, che illustra nove posizioni del coito. Il libro - di cui dà conto Focus - è stato seguito da un compendio catalano di epoca medievale, Lo Speculum al foder, lo specchio di Coitus che costituiva un manuale di corteggiamento e di igiene che descrive anche l'arte delle posizioni sessuali. Durante il Medioevo molte posizioni sessuali erano proibite e l'unica tollerata era quella del missionario, perché consentiva ai due coniugi di guardarsi teneramente negli occhi. 

Pratica che per altro ha un'origine estremamente discussa. Secondo l’antropologo Bronislaw Malinowski il nome di questa posizione fu chiamato per la prima volta così nel 1700 dagli aborigeni dell’isola Trobriand, in Malesia. La pratica era, per l'appunto, eseguita dai missionari che, sbarcati nell'arcipelago per convertire gli indigeni, si lasciavano andare con le loro donne. La posizione da dietro, nota anche come pecorina o doggy style, ha anche un nome di origine latina: coitus more ferarum, coito come le fiere, mentre nel Kama Sutra è nota come l'unione della mucca. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini1904

    19 Settembre 2017 - 08:08

    Certo che i missionari cristiani sapevano unire l'utile al dilettevole. Si scopavano le donne degli indigeni per convertirli. Come dire: "non lo fò per piacer mio, ma per far piacere a Dio"!

    Report

    Rispondi

media