Cerca

seghe mentali

Dipendenza da porno, lo psicologo: "Chi fa abuso di pornografia rischia disfunzioni sessuali"

2
Dipendenza da porno, lo psicologo: "Chi fa abuso di pornografia rischia disfunzioni sessuali"

Sono oltre 7 milioni i frequentatori di siti porno in Italia, di cui il 10% minorenni. Dati in costante aumento anche a causa dello sviluppo tecnologico che permette di connettersi ad internet in qualunque momento, utilizzando non solo il computer, ma anche tablet e smartphone. Sul web sono disponibili circa 420 milioni di pagine pornografiche, la maggior parte gratuite. Questa facilità nell'accesso a materiale erotico può causare problemi seri, primo fra tutti la dipendenza da sesso che riguarda il 50% dei fruitori di contenuti pornografici online. 

Stefano Bovero, psicoterapeuta di Torino, lancia l'allarme: "Abbiamo fenomeni di dipendenza in rapido aumento presso tutte le fasce di età, finalizzati a sperimentare il piacere sessuale connesso alla ricerca di sempre nuove stimolazioni erotiche, fino a un comportamento irrefrenabile", spiega a margine della lezione magistrale tenuta all'Istituto universitario progetto uomo, a Montefiascone (Viterbo), intervistato da Il Giorno. Lo psicologo sottolinea le conseguenze negative derivanti da una eccessiva esposizione a filmati pornografici. "Un quarto dei soggetti che fanno abuso (di materiale erotico, ndr) sono a rischio disfunzioni sessuali: il 12% non cerca più rapporti reali, il 25% ha un calo del desiderio". L'assuefazione, fattore chiave nello spiegare l'abuso di filmati pornografici, nasce "dalla sovraeccitazione, con produzione di dopamina, crisi di astinenza, desiderio di immagini sempre più forti, nella vana ricerca di una conclusione appagante". Insomma una droga. "I casi più pesanti trascorrono anche buona parte della notte a guardare materiale pornografico, al punto da interferire con le normali attività quotidiane" continua Bovero. Ma il problema più grave riguarda il rapporto con l'altro sesso."La pornodipendenza produce la disaffezione verso l'immagine femminile".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fausta73

    07 Ottobre 2017 - 12:12

    Chi visita siti porno ha già disfunzioni sessuali, penso.

    Report

    Rispondi

  • torrelunga9

    07 Ottobre 2017 - 12:12

    Che stoltezza. Permmetterre la pornografia sul web e poi dire che milioni di italiani la guardano è negligenza statale. Non sono gli italiani colpevoli. Son colpevolii coloro che permettono la Porno on line. Mi par normale I puritani che oggi sentenziano , parlano di pornografia, perché ci son interesi commerciali e Loro porci l'anno vista prima di tutti.Altrimenti come fanno a dire che è porno?.

    Report

    Rispondi

media