Cerca

Arriva il cerotto al peperoncino che toglie il dolore per tre mesi

L'effetto antidolorifico è dato dalla capsaicina, ingrediente responsabile dell'effetto piccante

Arriva il cerotto al peperoncino che toglie il dolore per tre mesi
Il peperoncino può togliere il dolore. Lo dimostrano degli studi medici portati avanti e approvati dalla Fda, l'ente americano per i farmaci e l'Emea, agenzia europea del farmaco. Infatti, la capsaicina, ingrediente responsabile dell'effetto piccante è stato trasferito su un cerotto ed è in grado di eliminare per tre mesi il dolore neuropatico (tranne quello diabetico). Il medicinale è già disponibile in Gran Bretagna, Germania e arriverà in Italia nel 2011. A parlarne è il direttore della Ricerca sul dolore al Mount Sinai Medical Center di New York, ovvero l'italiano Marco Pappagallo: "La capsaicina è conosciuta dagli anni Cinquanta, ma solo dopo l'identificazione del recettore della fibra nervosa che conduce il dolore è stato possibile dimostrare il suo meccanismo d'azione - spiega Pappagallo - nell'ambito del Congresso nazionale della Società Italiana Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva, svoltosi a Parma. "Questo recettore - continua il professore - viene attivato anche dalle bruciature o dalle sostanze irritanti. La capsaicina vi si lega e vi fa entrare calcio e sodio. Il calcio attiva un determinato processo chiamato 'break-down' e la fibra del dolore si ritira dalla superficie della pelle, anche se il nervo rimane vitale"."Questa situazione dura per settimane o mesi - chiarisce Pappagallo - a seconda della dose di capsaicina. Il professore sostanzialmente, ha fatto fare un grande passo in avanti al trattamento antidolore, sperimentando dosaggi molto alti, sino al'8%. "Per l'herper zoster - dice il ricercatore - un'ora di applicazione toglie il dolore per tre mesi, per il dolore neuropatico del piede basta mezz'ora. Ma il cerotto si può usare anche per il dolore da ferite chirurgiche, o per la neuropatia da Hiv. L'applicazione può essere ripetuta di 3 mesi in 3 mesi, eliminando il dolore per un anno»

















 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    16 Ottobre 2010 - 17:05

    ...principio attivo,noto come capsaicina.Un tempo il peperoncino piccante(capsicum della fam.Solanacee),veniva impiegato contro il mal di denti,ma non si conosceva ancora,qual'era il principio attivo responsabile.Buonissima la tecnica usata,molto pratica,funzionante e di lungo effetto.Senza dubbio un buon passo avanti; però,il non plus ultra sarebbe curare la causa ancorchè l'effetto.

    Report

    Rispondi

  • nonae

    15 Ottobre 2010 - 12:12

    Che bella notizia!! Grazie ai ricercatori che meritano il plauso mediatico, questi sì.....

    Report

    Rispondi

blog